< PRECEDENTE <
album ...meglio saltimbanco che un rango da curar... - Ziringaglia

recensione Ziringaglia ...meglio saltimbanco che un rango da curar...

1998 - Folk, Etnico, Acustico

RECENSIONE
29/08/1999

La "Ziringaglia" rappresenta un'ideale carrozzone di zingari, randagi e girovaghi, uniti da un'allegra malinconia o da una malinconica allegrezza che si rivela nelle loro musiche e poesie, nei suoni crudi e nelle dolci melodie. Così parlano le note stampa allegate al cd di questo gruppo Pugliese e non posso fare altro che copiarle perchè esprimono bene le sensazioni che si provano dopo pochi ascolti. La musica è musica etnica, folkloristica, legata alle sonorità e ai ritmi balcanici, rom e klezmer. La resa è assai buona, grazie anche alla bella voce di MariaGrazia Abatantuono, mai sforzata e sempre espressiva, meglio ancora quando si alterna e si sovrappone con quella maschile di Kino Fiore, un poco rauca e vissuta.

Particolare è la strumentazione, completamente unplugged, senza batteria, senza chitarra elettrica, senza basso elettrico. Tutto nature. Dalla chitarra ai bonghi, al basso acustico, al violino, ai vari fischietti e tutto il resto... così il suono non è mai dirompente o aggressivo ma resta piuttosto tranquillo e rilassante, da ascoltare e da ballare con danze dal sapore antico. Belli anche i testi, spesso spiegati con qualche nota per aiutare l'ascoltatore a comprendere anche senza conoscerne la lingua: narrano storie, una cultura semplice, proverbi e saggezza poplare e racchiudono una discreta poesia che rende ancora più affascinante questa carovana di zingari pugliesi.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >