14/09/2006

Pezzi semplici, molto allegri, di spontaneo po(l)ppettino funkeggiante impianto eighties condito qua e là da “arrangiamentini” reggae. Testi calati nel quotidiano tran-tran del cittadino-medio frustrato quanto basta da molteplici vessazioni (“Metereopatica”, “Abbi Cura”, il migliore dell’album), secondo uno schema purtroppo molto noto al canzonettese italiota. Anche se senza dubbio qui si cerca un velato, apprezzabile svecchiamento nell’approccio alla lirica sposando la strategia “finto-facilona”, nel senso di strofe elementari e spumeggianti ma ogni tanto passibili di una duplice lettura.

E poi una certa ricerca dell’inciso azzeccato, che dimostra discreta esperienza dal vivo – nel senso che la band in questione sa bene che in questo ultrainflazionato genere o si architettano dei riff azzeccati oppure si scompare pure dai mini-festival.

Per il resto davvero poco altro, “Semplice” sembra un b-side degli Zero Assoluto se fossero stati attivi nell'88, “Gian la sua donna e il cane” un impappo fra il Morandi di “Banane e Lamponi”, il Caputo più appiccicoso e chissà chi altro, “Ahi ahi ahi” un cavalcatina pop dal suono molto vecchio.

Magari simpatici. Sostanzialmente anonimi.

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti (11)

Carica commenti più vecchi
  • enver 18/09/2006 ore 14:52 @enver

    comportandi senza la esse. ammesso che in latino esista il verbo comporto-as-avi-atum-are.
    nessun istinto musicale represso: mai suonato niente, non avendone le capacità innate. mi piacerebbe che altri nel mio stato non suonassero, visti gli obbrobri che sottopongono. non ho mai capito che cazzo voglia dire critica costruttiva, poi. la mia politica sarebbe quella di parlare solo delle cose che effettivamente piacciono, come su carta: ne resterebbero veramente poche. poi, caro nonloggato, nessuno mi toglie dalla testa che tu non abbia a che fare con la band recensita (bene, in senso stilistico) da Simone Cosimi.

  • Pseudo 18/09/2006 ore 16:17 @pseudo

    Fra l'altro i lettori dimenticano spesso che molte delle band che propongono i propri demo o i propri dischi (in special modo gli esordienti o emergenti, insomma tutti gli -enti) sono al recensore medesimo sconosciute.
    Non ci sarebbe davvero ragione logica alcuna per avere il dente avvelenato contro sconosciuti. E, a ben ragionare, nemmeno contro gruppi già ascoltati e conosciuti.
    E poi alla fine il punto è sempre quello: vogliono che la critica li tratti e li giudichi da artisti (quali spesso sono, ma più spesso non sono), salvo poi reagire non come chi, una volta terminata e proposta l'opera al pubblico, ha comunque soddisfatto il proprio talento creativo e al quale non serve altro, ma come l'assessore di provincia infuriato perché non si è citato il suo nome in un articolo sul Corriere dell'Aspromonte relativo all'ultima festa di San Gabriele.

  • Stefano "Acty" Rocco 18/09/2006 ore 20:33 @acty

    c'è una posizione di fondo che non condivido... quel "un consiglio tangibile su come migliorare". questa posizione non può essere assoluta. se tu vali TRE io non ho idea di come farti diventare una band che valga DIECI e non ho alcun interesse a darti un consiglio per arrivare a QUATTRO-E-MEZZO. non serve a te, non serve a me, non serve al mondo. continua pure a divertirti e suonare fino a sfinirti, massimo rispetto. ma sappi che vali TRE.
    è invece molto più costruttivo costruire la consapevolezza di cosa sia TRE, così che si diffonda l'aspirazione ad essere DIECI.


  • Pseudo 19/09/2006 ore 11:24 @pseudo

    ALcuni di quelli che confusamente indichi sono fattori importanti ma che - a mio avviso - non è corretto entrino nella valutazione estetica troppo invadentemente.
    E poi, ripeto, non mi pare di essermi gettato a capofitto in una stroncatura totale: semplicemente, mi sono sembrati bravi, simpatici e anonimi.

  • Stefano "Acty" Rocco 19/09/2006 ore 12:02 @acty

    ...posso asicurarti che statisticamente non è affatto vero... di demo registrati in saletta e diventati primascelta ce ne sono in grande quantità...


Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati