Tsunami [Piemonte] L’ingrato 2006 - Hardcore

L’ingrato precedente precedente

Con un nome così, gli Tsunami potevano fare solo hardcore! La band è in giro da diverso tempo e smazza come al solito assalti velocissimi come tradizione vuole, senza compromessi. Quattordici pezzi, poco più di venti minuti, in cui tutto sommato il gruppo risulta più originale di quanto ci si possa aspettare. Aggressivi i riff e la parte ritmica, con frequenti cambi di tempo, spesso a velocità incredibilmente sostenute. Il cantato è quello arrabbiato, roco, in italiano che offre dei testi interessanti e non abbandonati a clichè. Da notare in alcuni punti l’uso di cori in stile decisamente heavy metal, con sovrapposizione di scream e growl che rendono l’album molto variegato. Alcune parti melodiche ricordano molto gruppi come i Gorilla Biscuits (vedi intro).

Una nota la merita la battaglia intrapresa contro la S.i.a.e. imponendo la vendita del cd a 8 euro, con confezione jewel box e libretto di 12 pagine nel quale si fa riferimento alla società degli editori come un gruppo mafioso a cui pagare il pizzo.

---
La recensione L’ingrato di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-10-18 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • theotis 15 anni Rispondi

    peccato che con quel nome esista una band piuttosto famosa..

  • utente0 15 anni Rispondi

    Bel colpo Porcatroia