The Indeep Forgive And Forget 2006 - Punk

Forgive And Forget precedente precedente

Nuvole crepuscolari, un sole al tramonto e poi forse l'alba o un altro tramonto: sono le immagini del libretto degli Indeep, che in quarta di copertina ci informano che l'album è stato "Registrato nelle fredde giornate di novembre 2004...". Anche io odio novembre e sono un po' sognatore, vorrei scappare, magari in California, con la mia musa. Ma non ho un soldo e allora mi basta la musica: trio totalmente Green Day era "Dookie", cantato abbastanza intonato inglese molto Billiy Joe ma un paio di pezzi anche italiano, fresco tiro teen che non scivola nell'emo brufoloso. Questi i loro pregi, questi i loro difetti.

Aggiungo che sono bravi, hanno 25 anni e sanno suonare il punk: un bene? un male? Sono già troppo vecchi? Chissà, intanto restano le canzoni: "Turn Back Time" è l'aggiornamento anni 2000 di "When I Come Around", "Life Sucks"e "Fuma Needs To Fuck" potevano uscire venti anni fa come 10" su Lookout! e nessuno avrebbe detto mah?!, "Aisha" è un concentrato di "Maybe she loves me...", coretti da spiaggia e chitarre West Coast. Spunta il sole tra la nebbia della Brianza: per chi riesce a vederlo, ci si vede al concerto. Gli altri tutti a casa con le occhiaie ad ascoltare i Buzzcocks...anzi no, sono troppo melodici: lasciate spento il computer.

---
La recensione Forgive And Forget di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-12-27 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO