Torquemada Tales from the Bottle 2007 - Rock, Noise

Tales from the Bottle precedente precedente

Lo avranno già scritto in molti che la musica dei Torquemada si confronta inevitabilmente con un modello che risponde al nome di One Dimensional Man: oltre alla classica formazione a 3, suoni e strutture dei pezzi rimandano a quel rock‘n’roll di cui proprio la formazione veneta rappresenta, sul suolo italiano, l’archetipo. E nulla toglie che il gruppo protagonista di questa recensione possa candidarsi, nel tempo, a raccogliere lo scettro di Capovilla e soci, forse in procinto di abdicare al migliore dei probabili eredi.

E “Tales from the bottle”, non a caso, rappresenta il miglior modo per dimostrare al pubblico italiano la potenzialità del terzetto bergamasco. L’album incastra infatti 9 pezzi giocati e suonati costantemente sul filo del rasoio, dove neppure per un attimo i ragazzi sembrano tirare il fiato, con la sezione ritmica sempre avanti a dettare il passo. Sicché tutto funziona alla perfezione - anzi fin troppo! - tanto che sorprende la qualità complessiva del lavoro, trattandosi a tutti gli effetti di un esordio sulla lunga distanza. Ciò grazie a un lavoro egregio in fase di mixaggio, capace di calibrare potenza sonora e melodie malate.

Gli episodi migliori risultano quindi essere “Industrialnoisepostrock” (probabilmente una out-take da “You kill me” dei già citati ODM e scelta anche per rappresentare il lavoro con un efficace quanto interessante videoclip che traduce alla perfezione sullo schermo le atmosfere “sgranate” del terzetto) e la successiva “Infernalcoholic man”. Non si dimentichi comunque la mezza dozzina delle restanti tracce, cavalcate noise a tratti confinanti con lo stoner, che trovano la sublimazione nella conclusiva “Who”, altro ottimo esempio di come i Torquemada abbiano imparato la lezione dei vari maestri, sia che si tratti di connazionali che di esponenti esteri, e di come non si limitino alla semplice emulazione.

I presupposti per crescere ci sono tutti, perché davanti abbiamo una formazione con i mezzi e le risorse per aspirare a sedere su un trono che pare rimarrà vacante.

---
La recensione Tales from the Bottle di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2007-03-21 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 15 anni Rispondi

    Il cd è potente, bei pezzi.
    Ma soprattutto spaccano il culo in concerto!

  • utente0 15 anni Rispondi

    i pezzi sono molto belli.
    bravi torquamada.
    concordo con la recensione di faustiko.

IL TUO CARRELLO