< PRECEDENTE <
RECENSIONE
21/03/2007

Lo guardi in foto e capisci tutto: abbracciato alle sue tre amanti a 6 corde o appoggiato ad un muro, chiodo aperto e pelo in vista. Leggi i titoli delle canzoni: "Marchesa De Sade", "Regina Dell'Autostrada", "Radio Rock", "Ultima Generazione"...Donne col tacco e sadomaso, prostitute ammalianti ("Regina dell'autostrada, tu hai una marcia in più (...) Giudici, assessori, preti, professori / pagano il biglietto per portarti a letto"), le radio pirata e i Clash ("Dalle 7 alle 23, Radio Vaticana non fa per me (...) Prostituta, carcerato, omosex / Radio Rock trasmette per te"), il punk che era ("Lacrimogeni e blindati per noi che volevamo un mondo nuovo e libertà"), la società che cambia e dimentica. E ancora moto a tutta velocità, "pelli di serpente" dure a morire, "Fuggiamo via di qua, fa schifo questa città". E a rendere il tutto ancora più retrò, un'abbagliante cover degli Area con assoli, vocalizzi e tastiere. Insomma un immaginario rock anni '80, tanto reducismo e anticlericalismo, la voglia di cantare per i diversi perchè diversi ci si sente. La musica è un concentrato di rock FM, come Vasco e Joe Perry degli Aerosmith fusi insieme con gli arrangiamenti dei Beehive. Fabio Nardelli, psicoterapeuta e leader dei romani Uniplux, storico gruppo ultraventennale della scena punk all'amatriciana, ha partorito un album semplice e diretto, ma lontano anni luce dai gusti di un potenziale lettore di Rockit. Come si dice in questi casi, massimo rispetto. Comunque, mi piacerebbe vederlo collaborare con Remo Remotti.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti (133)
Carica commenti più vecchi
  • Faustiko Murizzi 17/04/2007 ore 14:28

    dai, riportiamo la discussione su toni civili, evitando etichette che appiccicate tanto per non mi sembra abbiano molto senso.

    ritorniamo a parlare della musica e sul perché il disco di uniplux sia piaciuto oppure no (anche se mi sembra che l'argomento ormai sia stato trattato ampiamente...).

    > rispondi a @faustiko
  • Uniplux 02/05/2007 ore 21:12

    allora non voglio ricominciare assolutamente la polemica ma invitare tutti i lettori interessati ( visto che il mio lavoro è stato ampiamente maltrattato in questo portale)a leggere la recensione del mio cd apparsa su Chitarre di maggio.....sembra che si parli di un'altro cd.... e la trovo professionele perchè invece di focalizzare l'attenzione sul pelo in vista o sul reducismo dei testi parla di MUSICA e di nient'altro....e i paragoni mi sembrano ben lontani dai beehive e remo remotti....meditate meditate...

    > rispondi a @uniplux
  • deadsuit 03/05/2007 ore 02:04

    Sei veramente patetico.

    > rispondi a @deadsuit
  • Uniplux 03/05/2007 ore 03:01

    Io non sono patetico ho solo fatto un invito a documentarvi su punti di vista diversi dal vostro.....se vuoi ricominciare la polemica allora ti dico sei solo un moccioso che non sa vedere a un palmo dal suo naso ok? ti va bene cosi????

    > rispondi a @uniplux
  • Stefano "Acty" Rocco 03/05/2007 ore 03:19

    -
    stop.
    è abbastanza...

    > rispondi a @acty
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
> PROSSIMA >
Pannello

TOP IT

La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

vedi tutti

La musica più nuova

Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani