< PRECEDENTE <
RECENSIONE
02/03/2007

Dejligt, prima uscita della neonata etichetta Matteite, è un progetto di Matteo Dainese - originariamente batterista di gruppi come Ulan Bator, Meathead e Here (ma anche di Jitterbugs, Warfare e Bikini Bandits) - e di Enrico Molteni, già bassista dei Tre allegri ragazzi morti. Un progetto avviato durante i live del 2005 e concretizzatosi nell’anno in corso, con un album ricco di ospiti: alcuni legati a Dainese da comuni esperienze musicali, come Colin Lee e la fondamentale Carolyn Honeychild Coleman (controparte vocale al femminile) e altri “esterni”, come Troy von Balthazar dei Chokebore, Rob dei Mazuraaan e Enrico Berto.

Un esordio dal suono riconducibile per certi versi ai dEUS del penultimo lavoro e alle atmosfere degli Yuppie Flu, nel caso in cui potessero subire, gli uni e gli altri, una sorta di processo di svuotamento nelle componenti sonore. I dEUS di "The ideal crash" ritornano sia in un cantato che all’improvviso inizia a rincorrersi nervosamente (“Beat the Gong”), sia in alcune estensioni armoniche (“My favorite supervisor”).

In generale “Feed the dog” è un album leggero e colorato, fatto di aperture e melodie pop, in cui la strumentazione tradizionale, discreta nella parte ritmica e protagonista nel resto, si fonde con quella che può essere definita un’elettronica-giocattolo. Un’elettronica bambina che a momenti gioca a fare la grande, assumendo temporanee pose glitch-pop (“Behind the curtain”), ma che preferisce flirtare con le chitarre, il basso e la batteria nella creazione di morbide - a volte quasi gommose - linee sonore (“Never go back”, “Take the first self-leaving”) che accompagnano liriche narranti una quotidianità appartenuta ai luoghi più diversi e, per certi versi, ancora in svolgimento. Vita ordinaria, persone e riflessioni, come la semplice, ma vera “people don’t see us as we are, but as they like” di “Spider man”.

Insomma, un album molto, molto carino, ma non fenomenale.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >