< PRECEDENTE <
RECENSIONE
20/06/1998

Gli Amorlove esistono da poco più di un anno, ma questo minicd (4 pezzi) mette in mostra delle buone doti musicali e può diventare anche gustoso. Come ogni musica, però, va ascoltata nel momento giusto e quella degli Amorlove è musica da ascoltare tranquilli, magari per crogiolarsi nei propri pensieri rosa o per riposare. Gli Amorlove hanno sostanzialmente due facce, come una medaglia: una pop e una un po' più cupa. I pezzi pop ("Non ti accontenti di me", "Non ti vedo più") sono normali: piacevoli, entrano anche in testa e mi ricordano un po' i lavori di Mao, più incisivi invece i pezzi che definiscono "shade": ballate un po' cupe, d'atmosfera, lente, con voce profonda e suoni che si allungano e si trascinano. Di questo tipo è il secondo pezzo (la bella "Neri e Blu"), mentre il terzo brano ("Tre Volti") cerca di mescolare le due facce della medaglia Amorlove, partendo lenta e cupa per accelerare e diventare pop. I testi sono in italiano e ben curati, sono sostanzialmente canzoni d'amore, riflessioni su storie passate e su storie mancate, non diventano, però, lacrimosi e pallosi come ci si può aspettare da questa mia frase! Da questo cd non sgorga certo l'energia, ma c'è un'altra forza, quella del pop, dei suoni piacevoli, tranquilli e un po' ovattati, che sicuramente può smuovere gli animi degli ascoltatori.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >