Elah 1999 - Primo Tempo Mediocre 1999 - Noise, Grunge

precedente precedente

Le primissime note di questo demo ingannano l'ascoltatore: le chitarre psichedeliche ed i tamburi soffusi che aprono con grazia "mtm" lasciano dopo pochi secondi spazio ad un riff alla Rage Against The Machine. Le tracce del gruppo americano ritornano con ancora maggiore evidenza nel secondo brano, "giorni x". Non è questo l'unica influenza che incombe su questi 20 minuti di musica: la voce di Gianluca ha pesanti debiti nei confronti del Manuel Agnelli di Hai paura del buio? e dell'epopea grunge ("analgesico"). Non è necessariamente un guaio ispirarsi ai propri idoli, ma quando si rasenta il plagio - i secondi iniziali di "tutte le notti" sembrano presi di peso da "Male di miele", "1999" riprende quasi le cadenze canore di Agnelli - la cosa si fa preoccupante. Le cose vanno decisamente meglio quando il gruppo frequenta la ballata: "le mosche ridono", con tanto di violoncello malinconico rammenta, mantenendo una buona dose di originalità, gli Smashing Pumpkins meno leziosi (ricordate "Disarm"?). Resta comunque un episodio isolato: a discapito del nome che avete scelto, l'energia non vi manca, sarebbe utile indirizzarla verso soluzioni più personali, magari più essenziali, ma più vostre. Aspettiamo il seguito di "le mosche ridono".

---
La recensione 1999 - Primo Tempo Mediocre di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-04-24 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia