< PRECEDENTE <
RECENSIONE
27/03/2007

Massimiliano D’Ambrosio, classe ’72, romano, è un “Giovane del Folk” del Folkstudio capitolino (dove erano passati prima di lui De Gregori e Locasciulli, tra gli altri). Cantautore di colta fantasia compositiva e di buona forza lirica, abbraccia e rielabora le ispirazioni della grande tradizione cantautoriale italiana di facile citazione e rintracciabilità: De Andrè in primis (“Angelina”, con le fisarmoniche folkloristiche e rurali), ma anche De Gregori (“Palla, Pallina”), Paolo Conte, “L’Avvocato” (una dedica?), Federico Salvatore in alcune liriche accusatorie senza retorica, poesia impegnata, caustica e non sarcastica “…e la nave punta al largo senza neanche capitano, pensavate ad uno sbarco ed invece ce ne andiamo”.

Liberamente lavora idealmente con Garcia Lorca, Ferlinghetti e Masters per alcuni dei testi, mentre Stefano Benni stesso dà alle note del cantautore “Il Poeta”.

Uno dei tanti poeti, santi (e peccatori), naviganti (di mare e di sogni) che hanno fatto la storia del suo, nostro, Paese.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >