08/05/2007

Ed è di nuovo inverno, neve e visioni statiche in cristalli di ghiaccio. E ghiaccio nei suoni, studiati e artificiosi e netti, elettronica dilatata tra sfumature trance, trip-hop di dolcezza accennata, manipolazioni asciutte di basi ipnotiche che si prestano alle abili attenzioni di Andrea Gastaldello, spazi aperti della ritmica e chiusure di bassi. Linee vocali che si muovono agilmente in labirinti di effetti e toni scuri e venature violette e porpora, “We’re all disturbed!” è un viaggio, con la testa inclinata, mentre osservi il contrasto tra nuvole e cielo, una realizzazione compiuta di sottofondi hi-tech per percorsi mentali atipici. Rigorosamente nel freddo.

---
La recensione A. G. Project - Recensione - We’re all disturbed! di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti (1)

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati