07/02/2008

Pioggia pioggia pioggia e funkyblues. Rivoli di rock disciolto tra testi opinabili, giri banalotti e voce impostata, un flusso di note che attraversa l’aria pesante e uggiosa del mattino senza lasciare traccia, dimenticando l’originalità in un qualche inaccessibile universo parallelo. Esecuzione impeccabile di brani tediosi, questo cd non offre nulla se non un chiaro esempio di prodottoitalianoscontatoenonnecessario. I Santapupa R-evolution, influenzati (dicono loro) da Lenny Kravitz e Red Hot Chili Peppers, sembrano piuttosto una copia sbiadita e incartapecorita dei Ladri di biciclette: sbadigli a go-go, orecchie nella nebbia, nessun appiglio. E inevitabilmente, mi addormento.

---
La recensione Santapupa R-Evolution - Recensione - Santapupa R-Evolution di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 19/07/2019

Commenti (1)

  • Alessandro Piazzai 16/07/2016 ore 17:28 @aleallerona

    Forse fare più sesso le aiuterebbe a valutar meglio! Buonanotte

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati