< PRECEDENTE <
album Terraterra! Stefano Amen

recensione Stefano Amen Terraterra!

2007 - Cantautoriale, Folk, Country

RECENSIONE
12/07/2007

Davvero inusuale di questi tempi, Stefano Amen! Cantastorie torinese dai testi al vetriolo e dal modo apparentemente scomposto di interpretare. Le canzoni sembrano quasi eseguite in base a sensazioni estemporanee altalenanti, spesso dilatate in chiave visionaria. Come dire…ti aspetti di vedere, oltre che sentire, la scena finale. Accade così in “Parassita”. Una voce roca, talvolta stentata, talvolta dai toni bassi, impostata alla Buscaglione. Originale, coinvolge e tiene alta l’attenzione. Dichiaratamente ispirato a Bob Dylan e con riferimenti alla vecchia scena cantautoriale italiana: Gaber, Claudio Lolli, De Andrè. Pochi strumenti accostati in modo sui generis, del tutto imprevedibile. Stefano canta le sue storie borderline creando un racconto musicale immaginifico, che spesso tocca i toni della narrazione vera e propria. Insomma,si tratta di una piacevole constatazione di un modo genuino, passionale di fare musica e di voler comunicare qualcosa secondo parametri assolutamente personali. Ostico ma bello.

Commenti (1)
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani