Agrikola Pius Citanò come Malibù 2000 - Pop, Elettronica

Citanò come Malibù precedente precedente

Un disco difficile da recensire quello dei marchigiani AgriKola Pius. Se infatti le basi musicali si fanno apprezzare per un uso massiccio ma non fine a se stesso dell’elettronica, i testi sono troppo spesso associati (per linguaggio e contenuti) alla propria realtà locale per poter essere apprezzati appieno anche altrove. Fatta questa premessa, passiamo alla recensione vera e propria: il cd è decisamente piacevole da ascoltare, grazie ad un ottimo lavoro svolto sugli arrangiamenti, ed i testi sono divertenti, anzi, forse è meglio dire demenziali. I brani migliori sono, a nostro avviso, “PerTeCara”, di cui è presente anche una versione remixata, l’esilarante pastiche brasiliano “TecaToh!” e “NewCitySummer”, mentre non convincono molto gli slanci neo-melodici di “Alla Tua Festa” e “Calzaturiera Passione”. Insomma, un cd simpatico, ben fatto, ma tutto qui. Meglio ancora, un cd “provinciale”, in quanto fortemente legato alla propria zona di appartenenza.

---
La recensione Citanò come Malibù di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-07-26 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 13 anni Rispondi

    troppo mitici