< PRECEDENTE <
RECENSIONE
19/11/1997

Questo disco e' molto interessante; perche' e' originale, suonato egregiamente e contiene vari spunti veramente geniali... non e' un capolavoro (anche se alcune canzoni potrebbero esserlo tranquillamente!), ma personalmente apprezzo molto il tentativo (riuscito) di mischiare tra loro generi musicali differenti e anche nuove tendenze elettroniche (se mi e' consentito il termine). Il genere predominante e' trash-metal stile Pantera e vecchi Metallica; le canzoni, pur non essendo in questo molto originali, sono di grande impatto e di buona fattura; ma Archangel non si limita al grezzo e semplice trash; infatti lo condisce con sinth e tastiere, con pezzi di musica classica, atmosfere ipnotiche e parti techno. C'e' persino una canzone con una parte funky-rap su base metal... ("Devil as a lover"). Penso che potrebbero valere l'intero album brani come "Christ in chains" o "Awakening", che riassumono l'idea principale di tutto il disco: partono con dei tappeti di tastiere d'atmosfera, ricchi di spiritualita' e di impronte futuristiche, per trasformarsi poi in pezzi metal sostenuti da basi elettroniche diciamo cyber-techno. (La fusione dei vari generi e' veramente molto curata!) Non mancano neanche inserti solo strumentali; l'opera, che e' divisa in 4 movimenti, e' infatti preceduta da una overture elettronica e classica di notevole impatto che fa da preludio alla potenza devastante del primo pezzo, "You kill yourself", e si concede un attimo di pausa con "The swan's cry on its lake of pain", bel pezzo classico suonato al pianoforte. Da sottolineare anche "Bleeding heart", una ballata molto sofferta e che da' la possibilita' di provare delle emozioni anche quando esplode e si incattivisce nel finale. In conclusione un altro prodotto italiano che ci fa sentire un po' piu' internazionali e che cerca di aprirsi a nuove esperienze in campo musicale; sicuramente per gli amanti del trash, ma anche per chi sta cercando nuovi spunti nell'ambito della musica e che non disdegna di avvicinare il metal agli altri generi e viceversa!

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >