Una pura formalità Canti Didascalici 2008 - Rock, Indie

Canti Didascalici precedente precedente

Tra un cantautorato non troppo maturo e un indie-pop-folk, sicuramente molto cupo, feroce negli argomenti, arrabbiato in più sensi. Breve, circa un quarto d'ora. Tre pezzi prodotti bene ma che non brillano particolarmente. Piacevoli le parti acustiche, così come gli inserti psichedelici ed elettronici, anche se non particolarmente accattivanti e leggermente scontati. La voce a volte è un po' troppo enfatica. I testi, in Italiano, sono decantati con cupezza, rabbia e rassegnazione. La traccia più riuscita dell'EP, "Il Disillusionista", parla di una figura in grado di liberar le menti dalle illusioni che ci circondano: etichetta i "professori" come "ignoranti" e affibbia al Papa l'epiteto di "stronzo", potrei anche essere d'accordo e potrei addirittura considerare coraggioso gridare un'affermazione del genere in una canzone, ma forse c'erano modi più eleganti per dirlo.

Sono promettenti ma mi aspetto qualcosa di più corposo per il futuro.

---
La recensione Canti Didascalici di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2008-11-24 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 13 anni Rispondi

    Grandi!!!