Pandora Demo 1999 - Rock, Pop

precedente precedente

Otto brani registrati tra il gennaio '98 e il novembre '99, questo il contenuto del demo dei Pandora. Paradossalmente, è andando a ritroso nel tempo che si trovano i brani più interessanti: Libera, risalente al 1998, pur non avendo nessun elemento di novità - le sonorità riportano a Ten dei Pearl Jam, e, lo ricordiamo con un po' di imbarazzo, sono ormai passati quasi 10 anni da quell'album - è piacevolmente energica, guidata da chitarre mediamente ruvide e dalla voce, davvero notevole, di Matteo Urro, che ricorda a tratti quella di Francesco Di Giacomo del Banco. I quattro brani registrati nel marzo del '99, invece, restano nel filone del rock italiano più allineato: piacevole ma poco incisivo, tecnicamente perfetto ma un po' fermo agli anni '80 e, soprattutto, sentito un sacco di volte. Discorso diverso per i brani dello scorso novembre: non che le canzoni non funzionino di per sé, ma gli arrangiamenti lasciano perplessi, avendo sonorità che, se proposte ad uno straniero, farebbero pensare che siamo rimasti fermi agli Stadio. Non me ne vogliano i Pandora: le qualità per distaccarsi dall'asse musicale Luna Pop/Ridillo e dal suono "da turnista" - senza offese per la categoria - che ha segnato gran parte della rock italiano più leggero (aggettivo che non ha assolutamente connotazioni negative) degli ultimi vent'anni, le hanno. Non si chiede di osare l'impossibile, ma almeno di mettere in ballo qualcosa di più personale.

---
La recensione Demo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-08-26 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia