< PRECEDENTE <
album Surrogati - Sumo

Sumo

Surrogati

Smartz Records 2008 - Indie, Hardcore

RECENSIONE
17/04/2008

Hardcore da Bologna, quasi un decennio di storia alle spalle. Una delle prime cose che saltano all’occhio nel maneggiare il disco, oltre alla grande copertina-poster, è lo stuolo di etichette che si sono allineate a coprodurre quest’ultima opera dei Sumo, “Surrogati”. Un segnale del rispetto che il gruppo ha saputo raccogliere sino ad oggi.

E questo “Surrogati” è tutto attitudine post, dinamiche ed intrecci in bella vista, approccio minimale. I testi, ad immagine della musica, fatti di frasi reiterate, rigirate, smontate e rimontate a suggerire altri significati, nuove prospettive. Concetti esposti a sprazzi, spezzati, quasi in uno schizzo buttato di getto su un foglio e poi stropicciato in tasca.

Eppure tutto questo riesce anche ad essere semplice e canticchiabile, direi quasi easy. Basta dare loro il tempo necessario, e brani come “Economia di guerra” o “La mia canzone politica” non vi si staccheranno di dosso per un po’ di piacevoli giornate. Con grande onestà e con i piedi piantati per terra (ascoltatevi “Una parte”) i Sumo vanno avanti per la loro strada, sfornando un disco che ha i suoi momenti , che non cambia lo scenario ma saprà trovare orecchie attente.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >