Conspiracy The Day Of Burning Souls 2000 - Metal, Hardcore

precedente precedente

Un CD sul quale campeggia il logo della Vacation House ti mette subito in guardia sulla quantita' di energia che e' pronto a sprigionare e cosi' accade anche per questo The Day Of Burning Soul dei Conspiracy.

L'impeto sonoro di questa band raggiunge dei livelli davvero altissimi fin dalle prime battute, nelle quali si capisce che non c'e' spazio per la dolcezza ma solo per un mondo fatto di fragore e aggressivita', con progressioni metal e cariche hardcore.

Il tentativo dei Conspiracy e' quello di ricostruire una vera apocalisse sonora, senza lasciare respiro all'ascoltatore, costretto a divincolarsi tra le pieghe di una musica nella quale la ritmica spaccatimpani e i muri di chitarre non danno mai cenni di cedimento.

La voce tira le corde fino a farle distorcere, con grugniti primordiali che comunicano un senso di inquietudine e tensione.

Le liriche sono completamente in inglese (a dire il vero piuttosto barcollante...) e affrontano temi diversi e socialmente impegnati, dalla chiesa all'inutile violenza sugli animali.

Tra un riferimento ai Metallica, una puntata agli Slayer e tanto hardcore, il CD si sviluppa su trame decise e spesso devastanti, ma completamente prive di originalita'; questo e' un peccato perche la band sa attaccare frontalmente, senza esitazione, comunicando la propria rabbia attraverso gli strumenti, peraltro suonati in maniera impeccabile.

Purtroppo al CD manca quella marcia in piu', risultando alla lunga un po ripetitivo e privo di sorprese.

Per un breve periodo puo' comunque essere un ascolto piacevole per gli amanti del genere.

---
La recensione The Day Of Burning Souls di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-09-01 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia