Idramante Nel mio viaggio 2008 - Pop

Nel mio viaggio precedente precedente

Pop italiano. Una voce femminile. E tanta melodia. Manca la spinta. La capacità di dare vita a creazioni con un carattere distintivo e una forza tale da entrarti dentro. Difficile trovare un appiglio per discuterne, un appoggio per soffermarsi. Qui le canzoni scorrono ma non restano per ancorarsi. Un disco leggero che fugge da tentazioni sperimentali o da componimenti azzardati. Ma non è questo il problema. A volte la semplicità è una ricchezza, ma qui è l’eccessiva ingenuità che impedisce al disco di incidere, e la mancanza di unicità a rendere insipido il prodotto. C’è bisogno di un apporto diverso di idee da parte di un gruppo che ha sicuramente voglia di trovare nuovi ingredienti ed espedienti per insaporire il tutto e invitare all’ascolto, affinché il prossimo passaggio non sia solo un’apparizione fugace.

---
La recensione Nel mio viaggio di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2008-09-17 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • voce68 13 anni Rispondi

    Non condivido la recensione e non condivido il commento qui sopra. Ne spiego rapidamente i motivi.
    1) Le intenzioni sono una premessa essenziale. Se un gruppo non vuole sperimentare, ma vuole semplicemente fare del buon pop, più o meno classico, non vedo perché farne un punto di critica. Allora cosa dovremmo dire di Ramazzotti, Raf, Pausini o altri big del genere. Vasco Rossi sperimenta???
    2) Il fatto che la recensione parli molto in generale, senza entrare nello specifico dei brani, mi fa pensare a un ascolto molto superficiale. Ma qui potrei sbagliarmi.
    3) Il disco non brillerà per originalità, ma spazia su diversi fronti del pop-rock ed è a mio avviso molto piacevole. I brani, le melodie e i testi non sono affatto male.
    4) Mi pare che la stroncatura sia davvero eccessiva rispetto agli eventuali demeriti di una band autoprodotta, al suo primo lavoro e comunque, ripeto, più che valida. Non tenere conto dei pregi che ci sono, ma parlare soltanto dei difetti (che sicuramente non mancheranno) fa di questa recensione una recensione, a mio avviso, parziale ed eccessivamente ingenerosa.

  • synesthesia 13 anni Rispondi

    Condivido in piano.
    L'ho ascoltato anche io tempo fa ed ho avuto la stessa sensazione...sciapo.