12/06/2008

Gli All but one non vanno oltre un discorso ben strutturato ma sostanzialmente scarso di inventiva e poco originale. Con gli strumenti sono molto bravi. Le capacità dei ragazzi non si mettono in dubbio: la batteria merita tutti i complimenti, così come le chitarre, decise nelle parti più dure come negli spunti più melodici. Musicalmente sono dunque molto capaci, realizzando composizioni compatte ed energiche. Un capitolo a sé merita la parte vocale, troppo spesso insicura, e tuttavia sostenuta in modo eccellente dalla seconda voce, con cori e grida in stile nu-metal.

Ma come detto tutta l’energia di questa band si riversa su un discorso abbastanza derivativo. I continenti emo nel giro di pochi anni hanno esaurito buona parte delle strutture melodiche messe a disposizione dal genere. Le canzoni muoiono prima ancora di nascere. È una musica che continua a mordersi la coda sola.

Ecco allora che anche gli All but one, che proprio non meriterebbero un giudizio negativo, finiscono col comporre dieci pezzi molto ben strutturati ma troppo uguali e troppo sentiti. Un copia/incolla meritevole, che piacerà ai giovani pulcini punk-rock di nuova scuola, ma che resta pur sempre un copia/incolla… e la musica questo gioco facile non lo merita proprio più.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati