Maybe I’m… Satan’s holding a little room for me 2008 - Blues

Satan’s holding a little room for me precedente precedente

Lui è nella sua stanza, da solo, con la sua chitarra, a riciclare musica. Quella buona, se ne è ancora rimasta su questa terra. Attingendo, in particolare, dal blues e dal folk, vecchio e nuovo. Lui è Maybe I’m, salernitano, e questa è la sua teoria che bandisce la solita pappa musicale. Ne esce fuori un prodotto piccolo, solo 14 minuti, ma intenso. Robert Johnson e Beck si scontrano nella mia testa per un momento. Lo spirito del passato in perfetta sintonia con la moderna riformulazione di un genere “alterato” in stile lo-fi, autentico e primordiale, inebriato dall’alcool e consumato dai fumi delle sigarette. Che lo rendono delirante e pieno di fascino. Bello e dannato. Graffiante e rumoroso, folgorato dalle sonorità indie più avanguardiste.

---
La recensione Satan’s holding a little room for me di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2008-07-17 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • enver 13 anni Rispondi

    questo è strepitoso, zero accademia e tanto sangue, velocità e lentezza dove servono e una botte di whisky a disposizione. Oh Little Timmy spacca tutte le mutande possibili, scaricarla da www.lepers.it (sta in una compilation) è una legge morale da cielo stellato