Dicono Di Mal Di Schiena primocidì 2000 - Cantautoriale, Noise, Indie

precedente precedente

Mah, più che un album mi sembra uno sketches d’appunti questo “primocidì” dei Dicono Di Mal Di Schiena (arghh che nome!!!), quartetto dalla ridente cittadina qual’è Crema. Un taccuino d’appunti nel senso prendere tutto ciò che piace e infilarcelo dentro (in un improbabile cocktail dagli ingredienti + disparati, da Elio e le storie tese ai Sonic Youth ) senza un filo conduttore comune, o un’idea “forte” a tenere incollato il tutto. Così è sfilacciato, scostante, troppo dispersivo e quindi inevitabilmente noioso. Leggetevi i titoli e capirete tutto quanto. Canzoni lunghissime che rallentano, poi ripartono, poi si nevrotizzano quel tanto che “serve”, pseudivagazioni noise x completare il tutto, cantato cantilenante vagamente teatrale (bella comunque la voce di Sabine). Delle 6 canzoni l’unica degna di nota è l’ultima, Una meravigliosa storia d’amore : tormentato duetto tra le 2 voci maschio/femmina ad alto tasso di rabbia e autoironia (?) (peccato la chiusa in una perfetta quanto inutile coda strumentale lunghissima. Dura 9’27 !!!). Sono così i Dicono Di Mal Di Schiena. Autodefiniscono la loro musica “liscio metallizzato”, che è anche poetica e attraente come mix, ma oggi alla prova dei fatti il risultato è molto meno intrigante delle premesse. Vedremo fra un po’ cosa salta fuori. Mettiamoci lì e aspettiamo. Tanto tempo ce n’è (forse)

---
La recensione primocidì di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-10-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia