Athebustop Lazy Sunday Live Recordings 2008 - Pop, Folk

Lazy Sunday Live Recordings precedente precedente

Athebustop. Tutto attaccato. Così come si susseguono una dopo l'altra le tracce di questo ep che sembra un meraviglioso tamponamento a catena, solo al posto delle macchine c'è una chitarra delicatissima. Pizzicata o accarezzata quello che ne esce fuori è sempre un folk sincero che riscalda dentro fino ai pensieri che nemmeno credevate d'avere. Claudio Donzelli dà voce a queste fragilissime reveries e sembra di stare ad ascoltare una delle perline di Damien Rice, o qualche acquerello di Iron And Wine ma sempre con uno stile personalissimo; nugoli di malinconia, calma indolenza, una voce che confessa e stringe al muro. E' arrivato il nuovo Nick Drake e non ce n'eravamo accorti?

---
La recensione Lazy Sunday Live Recordings di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2008-11-03 00:00:00

COMMENTI (16)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 13 anni Rispondi

    L'assenza di traumi e la leggerezza della musica si fondono con la profondità delle emozioni che suscita l'ascolto delle liriche e delle musiche di Claudio...e l'ascolto live non fa altro che confermare le impressioni iniziali.
    Io ho avuto la fortuna di conoscere da vicino anche le prime composizioni e non smetto mai di stupirmene.
    Ma si sa, l'arte in taluni si manifesta con forza proprio per alleviare la mancanza che provano gli altri.
    Vai claudio, e scusa l'assenza degli ultimi tempi, ma sai che io sono una isola che spesso si abbandona alla sua solitudine.

    A presto.
    F.

  • fake 13 anni Rispondi

    Grande amico e grande artista!
    Pesaro sugli scudi, avanti così!
    YO! [:
    d*

  • verner 13 anni Rispondi

    Grande Athebustop!

  • sovietstudio 13 anni Rispondi

    Molto interessante.

  • utente0 13 anni Rispondi

    Claudio emoziona, per intensità musicale, soluzioni melodiche e bellezza armonica .. dal cd o dal vivo, con "eleganza ed umilità", come qualcuno giustamente scrive. Davver pochi ci riescono.

  • utente0 13 anni Rispondi

    Senza dubbio uno dei più capaci e sensibili cantautori del panorama Bolognese ( o marchigiano ) di questi ultimi anni. Mia,e non solo mia, opinione personale. C'è ancora speranza per la musica. :?

  • utente0 13 anni Rispondi

    Se ne avete l'occasione fate un salto a sentirlo live, merita davvero.
    Grande Claudio!

  • utente0 13 anni Rispondi

    E' un album veramente molto bello, grande stile e personalità!!!
    Un gruppo da seguire con interesse, ci stupiranno!!

  • utente0 13 anni Rispondi

    voi intanto criticate eh...nel bene o nel male..io intanto mi godo questa sensibilità..aspettando che ritorni a Lussemburgo (il d:cliq ti aspetta e questa volta non voglio perderti)

  • pons 13 anni Rispondi

    ottimo lavoro!