Compilation Antologia di musica indie a cura dei serventi del Re 2008 - Pop, Indie, Folk

Antologia di musica indie a cura dei serventi del Re precedente precedente

Il Re Biscio è stato risvegliato. Non è importante sapere come e quando, ma trovare un modo per tenerlo a bada fino a che ricada nel suo sonno profondo. La Ribéss Records si fa carico dell'incombente compito di difendere il villaggio, mette in campo tutte le sue forze e organizza un torneo dove i baldi cavalieri si sfidano a suon di musica. Schierati uno di fronte all'altro gli artisti di casa scherniscono le nuove aspiranti leve della casa discografica.

Gli apripista sono i torinesi Someday, seguiti a ruota dai Mad pour l'Unheard (non sforzatevi di capire troppo quel che dicono, ma pensate sempre che lo scopo del loro incalzante rappeggiare è allietare l'infausta creatura). Arrivano poi i luoghi comuni dei Fitness Pump e la Rimini più rurale di Daniele Maggioli. Tutta l'Italia è arrivata qui. Da Crotone c'è L'insolito clan con il suo patchanka e Paolo Saporiti, ormai vecchia conoscenza. Non poteva mancare la presenza fedele di quegli ironici scanzonatori dei Lili Burlero. Non sono i soli partecipanti, ma non possiamo perdere tempo in troppe parole per le presentazioni, tutti i non citati si stanno preparando per l'intrattenimento e troverete testimonianza delle loro gesta. Strani elementi da vignetta enigmistica, esemplari danzanti con sangue elettropop, uomini d'altri tempi fedeli al folk, tutti portano il loro contributo per la vittoria della Ribéss.

Il Re Biscio si è riaddormentato. Ma non si sa quanto durerà questa quiete. Per fortuna le esibizioni sono state registrate, il cofanetto rimarrà in vista sullo scaffale pronto per quando il letargo finirà.

---
La recensione Antologia di musica indie a cura dei serventi del Re di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2008-11-07 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • recycled 11 anni Rispondi

    i sense of nonsense spaccano i culi :]

IL TUO CARRELLO