< PRECEDENTE <
RECENSIONE
06/03/2009

Se i Talibam! - bomba noise newyorkese formata da Kevin Shea e Matt Mottel, da vedere assolutamente dal vivo ma con i tappi nelle orecchie - non ci interessano (ma solo per nazionalità), passiamo ai Jealousy Party, multiforme mostro free-jazz-noise dall'anarchico suono che occupa il lato B di questo dieci pollici numero 5 della serie ideata da Xabier Iriondo e licenziata da Wallace Records. Le due composizioni del combo di stanza in Toscana, sembrano partorite dalle menti di Ornette Coleman, Richard D. James (Aphex Twin) e John Zorn ritornati bambini e lasciati liberi in un negozi di strumenti musicali. I tre, esaltati e perplessi, toccheranno tutto quello che trovano creando una sorta di vortice dal quale è umanamente possibile uscire vivi. Ma forse qui non si parla di esseri umani.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >