album Making headway!? - Blueprint

Blueprint Making headway!?


1999 - Noise, Hardcore, Alternativo, Post-Rock

Blueprint
Foto
0
Video
0
Concerti
0
31/05/1999

Dalla giungla capitolina ecco arrivare un trio di promettenti ragazzi che ci presentano il loro primo cd autoprodotto intitolato "Making headway!?... che tradotto e' piu' o meno "Fare progressi!?!"... vediamo se ne saranno capaci...

I punti di partenza di questo CD sono sicuramente il grunge e il punk, generi ormai anche troppo diffusi, che spesso lasciano aperto il campo a scopiazzature e niente piu'... compito arduo quindi quello dei Blueprint.

Durante l'ascolto dei nove episodi mi vengono alla mente molti gruppi americani che stanno imperversando negli Stati Uniti in questo ultimi tempi, gruppi come Bush o Our Lady Peace tanto per fare qualche esempio, ma bisogna ammettere che i tre ragazzi sanno comunque ritagliarsi un proprio spazio e gia questo e' un grosso merito.

La tendenza a suoni sporchi e impastati fa da portante a quasi tutto il cd, con momenti di melodia e momenti di dissonanza e il percorso sonoro dei quasi 45 minuti e' sicuramente molto omogeneo.

La chitarra e' spesso distorta e accompagnata da scie di effetti, tendendo a stonare sugli accordi aperti quando va su suoni puliti, mentre la ritmica e' quasi sempre tirata e travolgente.

I testi sono tutti rigorosamente in inglese e vengono cantati con la tipica voce roca e aggressiva che ben si adatta alle atmosfere dei brani, ma che non risulta di particolare originalita'.

Partendo dagli intensi otto minuti rumorosi di Absurd Condition basata su incisivi giochi di chitarra, si passa a Face to Face brano ruvido e passionale che piacerebbe anche a Gavin Rossdale...

Tracciata la strada sonora, il CD prosegue tra violente melodie e intense saturazioni di chitarra, alternando brani ispirati come l'emocore di Coward o la rabbia stonata di Unusual, ad altri meno originali e convincenti come Open your eyes.

Il consiglio e' quello di insistere nella ricerca di un suono ancora piu' personale e ricercato, visto che in molti punti del CD si ha l'impressione di un grande talento, che a mio avviso rimane imbrigliato per colpa di una scarsa maturia' della band.

Sono convinto che i Blueprint potrebbero regalarci presto qualcosa di importante, magari anche provando a scegliere la strada del cantato in italiano, nonostante l'uso quasi perfetto dell'inglese.

Detto questo, il CD dei Bluprint risulta davvero molto piacevole e coloro che amano sentirsi aggrediti da suoni sporchi e irruenti, potrebbero amare al primo ascolto questo lavoro autoprodotto.

---
La recensione Blueprint - Recensione - Making headway!? di Stefano "Acty" Rocco è apparsa su Rockit.it il 22/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati