Diabolico Coupe' Diabolico Coupe 2000 - Trip-Hop, Alternativo

Primascelta! precedente precedente

I Matia Bazar in versione trip hop? Non so se i componenti del Diabolico Coupe' apprezzeranno, ma la mia definizione vuole essere anzitutto un plauso alla musica che si sprigiona dal loro cd omonimo.

Una formazione scomoda e bizzarra: voce, chitarra/mandolino, violino, piano, basso, batteria, dj... non ne ricordo molte di line up simili e il rischio di pasticcio potrebbe essere dietro l'angolo, invece questi 8 (otto) ragazzi riescono ad amalgamare suggestioni contrastanti in una forma sonora assolutamente intrigante.

Melodia sfocata e carezzevole. Atmosfere appannate, con aria leggera e assonnata. Immagini in bianco e nero con sprazzi improvvisi di colore. Ritmo che impazzisce, per morire in un istante. Voce sensuale e attraente.

Una musica che brucia come incenso, diffondendosi nell'aria senza dar fastidio, ma lambendo i confini emotivi di chi sa pazientare e riflettere.

Forse l'hanno fatto anche i Morcheeba, anche i Massive Attack... ma qui e' tutta musica suonata, annodata con sottili fili elettronici e che si regge in piedi nonostante una produzione di basso profilo, cosa non facile con sonorita' simili.

Dal primo all'ultimo brano, le note del Diabolico Coupe riescono ad ipnotizzare per calore, idee e personalita', regalandoci gemme di piacere puro.

Un CD denso e leggiadro. C'e' il rischio di innamorarsene.

Meritano una chance importante per guadagnarsi un posto al sole.

---
La recensione Diabolico Coupe di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-12-16 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia