Biografia Red Onions Nel settembre 2004 l’incontro casuale dei chitarristi Leone Pompilio e Davide Grillo genera una sperimentazione sonora frutto della commistione dei due diversi stili peculiari delle rispettive identità musicali. Sarà proprio questa fusione di anime e di generi a dare vita ad una produzione molto personale e “psichedelica”. Dopo un faticosa gavetta il duo si trasforma in trio con l’annessione di un’altra anima inquieta, il bassista Ali Adamu . Da quel momento il progetto Red Onions si manifesta concretamente con una crescente maturazione, spostando il proprio baricentro verso architetture di gusto più strettamente progressive. Il trio prosegue la sua corsa collaborando con numerosi artisti ed esibendosi in molteplici locali, portando all’attenzione di un pubblico esterrefatto un repertorio estremamente originale e inquieto. Nel 2007 si unisce stabilmente alla formazione il batterista Kevin Rogg che, oltre a completare la sessione ritmica, caratterizza i successivi lavori e le rielaborazioni dei precedenti con un timbro decisamente “duro” di ispirazione progressive metal. È questa la formazione completa delle cipolle rosse che d’ora in poi partecipa a numerose manifestazioni, tra cui il concerto del 12 Maggio 2007 a Piazza Navona (RM) in occasione della manifestazione “Coraggio Laico”, riscuotendo un inaspettato successo anche tra i non affezionati al genere. Nell’aprile 2008 il gruppo si rinnova: a Kevin subentra il batterista Marcello Mangione che influenza il timbro delle composizioni dirottando il tono metal verso ambientazioni di respiro maggiormente riflessivo. Nel giugno dello stesso anno i Red Onions registrano il primo demo, dal titolo One Different One, negli studi della Mami Records di Perugia. Successivamente partecipano alla manifestazione “Percorsi d’acqua” di Deruta (Pg), al concorso “Fuori Tempo” tenutosi a Fabriano (An), alle semifinali del concorso nazionale “Rock targato Italia”, al concorso on-line Telesonica indetto dalla Centoroitaliatv.tv ed al concorso G.R.I.F indetto dalla Galli Records di Chieti. Nel corso del 2010 il brano "Libero Fuori" viene incluso nella compilation internazionale Rock 4 Life vol. 25 della statunitense Quickstar Production (Baltimora, MD). Nello stesso anno la band viene selezionata per la partecipazione a concorsi e manifestazioni quali Suoni in Movimento (PG), MarteLive e Tour Music Fest. Queste e altre vetrine sono l’officina nella quale viene ideato e sviluppato il nuovo lavoro dal titolo “Diario d’un uomo qualunque”: un viaggio introspettivo nelle visioni dell’essere umano attraverso la sua percezione della realtà e degli eventi che lo circondano, che lo coinvolgono e che a volte lo ignorano. Una elaborazione che nasce direttamente dalle sensazioni che la band prova sul palco, che si trasforma e matura attraverso lo scambio “fluido” che avviene tra la musica ed il pubblico di cui i quattro sono tramite e traccia tangibile. Un vero e proprio concept-album che è diventato, nell’ottobre 2010,il primo LP della band. Alla fine del 2010 si unisce alla band il cantante Nicola Labombarda che uniforma le parti vocali, fino ad ora affidate alle voci di tre dei componendi (Leone, Davide e Ali), portando il sound verso una definitiva compattezza espressiva e interpretativa.