La band nasce come quartetto punk-hardcore nel Febbraio ’94 ed esce con il demo-tape "CRACKER" nel Marzo del 1995 venendo subito scritturata dalla nobrain records. Il debutto su cd arriva alla fine del 1998 quando esce "HANDLE WITH CARE", album che ottiene ottimi riscontri di vendite e buone recensioni delle testate giornalistiche nazionali. A supporto del disco, la band parte per un tour di
spalla ai francesi Burning Heads toccando tutta la penisola, da Palermo a Treviso, passando per la difficile piazza di Milano. Nel 2000 il gruppo effettua due tour italiani di una trentina di date di spalla ai leggendari Raw Power, mentre alla fine dello stesso anno si ha un cambio di line-up. A Settembre 2001 i Remorse girano l'Europa ancora con i Raw Power. A Novembre 2001 esce "BALANCE OF VISIONS" su nobrain rec, ospite MAURO "mp" CODELUPPI dei RAW POWER, i responsi della critica ufficiale sono lusinghieri. All'inizio del 2002 esce anche il primo video, "Face Scored With Scars", in rotazione sulle maggiori reti network italiane e straniere. Durante tutto l'anno la band suona moltissimo e comincia a scrivere i nuovi pezzi, nel maggio 2003 esce la ristampa (su sana record) di "BALANCE OF VISIONS" con aggiunta di pezzi live ed il videoclip. Agli inizi del 2004 esce il nuovo album dal titolo "A CLOWN SMILE" (sempre su sana record) che porta la band a firmare un contratto con la canadese Sudden Death records per la distribuzione e la promozione. Il disco contiene "ELEVEN:CHANGED" pezzo con il testo scritto dal poeta Gongales Jr., che all'indomani dell' 11 settembre 2001 scrive un articolo/poesia su un giornale della Florida che poi concede alla band. Il disco porta i Remorse ad una notevole considerazione a livello nazionale e non solo, con dei notevoli riscontri in campo hardcore/crossover/metal. A metà del 2005 la band decide di bloccare i live per scrivere i nuovi pezzi ed intraprende un nuovo percorso e stile. Nel 2006 si ha un nuovo cambio di line-up. Intanto "A CLOWN SMILE" viene esaurito nelle sue copie e la label inglese Built to Last records decide di ristamparlo per il territorio europeo con distribuzione Plastichead. Il disco conterà anche delle bonus tracks. Intanto la nuova line-up si avvia a preparare il nuovo album, con nuova energia e stile.
Nel marzo 2009 esce Commutarte, il disco del cambiamento. Da sempre il gruppo ha proposto delle evoluzioni ad ogni nuova uscita, ma questa volta la band ha nettamente voltato pagina allontanandosi dalle influenze musicali hardcore, ma non dall'attitudine che li ha contraddistinti in questi anni. Il disco è cantato interamente in italiano ed i ragazzi di cose ne dicono parecchie utilizzando uno stile quasi poetico, ma incredibilmente diretto. Ad ogni ascolto emergono nuove sfaccettature e si denota la totale congruenza di parole e musica. I brani sono sostenuti dalla solita frizzante sezione ritmica e dalle armonie delle chitarre che hanno abbandonato i suoni distorti e che più che mai, in questo album, sono riuscite ad essere incisive e fondamentali. Le sonorità ora sono più vicine al funk-alternative-rock, ma l'energia è quella di sempre, anche grazie alle timbriche usate dal bassista/cantante (divenuto ora il lead singer della band) che risultano particolarmente graffianti e vicine a quelle di gruppi come Metallica ed affini.
Una miscela di ritmiche funky, assoli di basso, chitarre noise-hard rock e voci potenti, il tutto cantato in italiano! Risultato: una sorprendente congruenza e continuità, come sempre i nostri fanno della musica ciò che vogliono, senza chiedere il permesso a niente ed a nessuno. Commutarte, qualcosa di nuovo, destinato ad un vasto pubblico, dagli amanti dei Primus a quelli dei Verdena, passando per i Pearl Jam, Metallica, Red Hot Chili Peppers, Afterhours ed Angeli.
Un potente connubio di idee e soluzioni, assolutamente originale e profondo.
Il disco porta i ragazzi ad effettuare varie date molto importanti e davanti a molte persone, suonando di spalla a gruppi come Meganoidi, Pino Scotto, Sick Tamburo tra gli altri. La lingua italiana sembra aver dato maggior identità al gruppo, che raggiunge ora un pubblico più vasto e può comunicare ancor più intensamente il proprio pensiero ed impegno sociale. Dopo aver suonato in lungo ed in largo per la penisola (Sardegna compresa) la band decide di rintanarsi nuovamente in sala prove, per definire ancor di più il sound, smussare gli angoli ancora troppo rudi, fare proprio il linguaggio delle sonorità più indie, rock, impegnate, emozionanti, ammorbidire la voce che ora è pulita e cristallina, ma senza per questo tralasciare la profondità del lirismo e la musicalità della poetica. L'attitudine rimane la stessa, il desiderio di emozionare e far riflettere aumenta, gli strumenti ed i singoli, finalmente, passano completamente al servizio della musica e della comunicazione.
La registrazione del nuovo disco è prevista per inizio 2014.