Nome alquanto sconosciuto, se non ci s'intendesse di vini e cantine,e anche in quel caso i buongustai, o per meglio dire sommelier, troverebbero ben pochi riferimenti musicali. A noi interessano quelli geografici, forse: Rio Maggio è il fiumiciattolo che scorre a quasi cento metri dalla sala prove, né ci dispiace affatto il riferimento al mese di Maggio, mese in cui per la prima volta la band debuttò. Allora si parlava(e ancora si parla,per certi versi..) di Scacco al Re, il nome che avevamo scelto , per il nostro progetto ''rock e dintorni'', che a suon di rock, appunto, (e non solo..) ha calcato moltissimi palchi nel comprensorio fermano, maceratese, ascolano arrivando anche nella provincia del Capoluogo di Regione. Il progetto Rio Maggio nasce pertanto dal desiderio di evoluzione artistica, e dalla naturale esigenza di produrre brani propri, facendo convergere al meglio le sinergie e le influenze (rock,jazz,blues,pop,folk...) del gruppo, formato da cinque individui, tranquillamente etichettabili come loschi. Alla batteria c'è Andrea, noto ai più come Fioretto (oltre manica famoso sotto lo pseudonimo di Little Flower); al basso il giovanissimo Nico; alle chitarre Emanuele e Paolo; alla voce Filippo. Va detto che l'idea di scrivere brani propri parte però da più lontano, lo stesso Filippo (cantante della band) e Paolo (chitarrista) vengono da una felice esperienza con gli Anonimo Veregrense, band che vinse diversi premi: miglior brano inedito al Taurus Music Fest di Monte Urano, miglior gruppo al Festival di Porto San Giorgio e ancora miglior brano inedito all'ITISOUND di Ascoli Piceno. Ora si vuole cercare di riproporre un rock fresco e di impatto, senza chiudere le porte a nessuna sfumatura e a nessuna connotazione stilistica. Infatti, il gruppo è al lavoro in sala prove per finire il suo demo/album. La prima canzone, "Lacrime dal Cielo", è stata già incisa al White Rock Studio di Polverigi, mentre le altre sono in pre-produzione.