Fondato a Firenze nel 1997 il progetto Rio Mezzanino ha sperimentato negli anni un intreccio fra mondi musicali mai troppo lontani per contaminarsi (rock, folk, indie, elettronica), con riferimenti al rock americano, ai cantautori degli anni '60-'70 fino ad oggi (De Andrè, Doors, Tom Waits, Pj Harvey) e a sonorità più contemporanee (Massive Attack, Air, Portishead, Calexico).
Nel 2007 hanno vinto il Demo Award di Radio Rai1 consegnato al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza.
Nell’aprile 2008 è uscito "Economy with Upgrade", il primo LP (produzione Danza Cosmica e Rio Mezzanino, cover illustration & graphic design Igort, distribuzione Audioglobe).
Nel dicembre 2008 hanno realizzato “The Sky Underground. Songs for the living and the dead”, uno spettacolo che fonde musica, cinema e teatro (regia e montaggio di Andrea Montagnani e Dimitri Chimenti).
Nel 2010 sono stati prodotti l'EP “Together to get out” , il videoclip dal singolo “Sleep together” (regia Alessandra Gori, fotografia Michele Nassuato) e il film-documentario “Cancelli di fumo” (regia Francesco Bussalai, premiato al Tekfestival 2010 di Roma) con la colonna sonora dei Rio Mezzanino.
La musica dei Rio Mezzanino “risuona” anche attraverso alcune pagine dei romanzi “Nero riflesso” (2009) e “Dopotutto” (2010) scritti da Elias Mandreu e pubblicati da Il Maestrale.