Riff, energia, silenzi, esplosioni, altri riff, libertà, cospirazioni, rivoluzioni.

Riff, energia, silenzi, esplosioni, altri riff, libertà, cospirazioni, rivoluzioni, ancora riff. Questi sono i Rubbish Factory: un duo esplosivo e imprevedibile che si avventura in un'apocalittica atmosfera industriale, lambendo territori prossimi a generi quali blues, stoner e garage rock, senza mai celebrarne alcuno in particolare.

I Rubbish Factory nascono nel 2011, quando Marco Pellegrino (voce e batteria) e Gabriele Di Pofi (voce e chitarra) decidono di dar vita a un progetto che punti tutto sull' istintività. I brani nascono spontaneamente da lunghe jam session in sala prove. Echi di QOTSA, Radiohead, Doors, Led Zeppelin si inseguono fino a formare un sound dotato di una personalità non solo affermata, ma guadagnata sul campo.

The Sun (Modern Life, distribuzione Audioglobe) il loro disco d'esordio, in uscita il 29 Novembre 2013, è in assoluto il primo album a essere stato scovato in una fabbrica di spazzatura.