Nato a Milano nel 1984, riceve il primo invito all' arte dalla famiglia di suo padre: il nonno (Paolo, scultore e pittore) e la nonna (Renata, scrittrice) insieme al padre stesso e alla sua passione per la musica classica e non, producono intorno a Schiavocampo un ambiente molto sensibile e stimolante dove crescere. Comincia a suonare la chitarra a 14 anni e fin dal principio scrive canzoni e piccoli pezzi strumentali. Il primo lavoro degno di nota e' la composizione delle musiche per "Ellissi nel cerchio", band attiva nel milanese che con l' EP '00' prodotto nel 2005 guadagna attenzione e buone critiche grazie alla sua originalita' e all' impegno nel mondo delle licenze 'creative commons', agli albori a quel tempo in Italia. E' in questo periodo che nascono le prime composizioni a carattere piu' intimo, basate su liriche poetiche e su una struttura libera. Nel 2006 si sposta a Dublino, Irlanda. Nei primi tempi suona per le strade, come Busker, poi sente il bisogno di comunicare la propria lingua in un idioma diverso e appare il primo materiale in inglese (Songs that do not exist yet, 2008). Ispirato essenzialmente dal suono dei cantautori inglesi e dalla ricchezza e vitalita' dell' ambiente folk irlandese il suo stile diventa caldo e carico di profondita', nudo e semplice nell' unione di voce e chitarra. Il risultato e' il suo primo LP: 'Children's corner'. Il titolo si rifa alla casa dove Schiavocampo abitava all' epoca della scrittura dei pezzi: nell' iconico quartiere di Stoneybatter a Dublino, essa era stata una drogheria negli anni settanta e conservava di questa memoria grandi finestre affacciate sulle strade tranquille; i due bambini che abitavano questa casa col loro padre hanno influenzato in qualche modo l' atmosfera del disco, che risulta sognante e ottimista. Grazie a questo lavoro Schiavocampo entra in contatto con gran parte della scena indipendente irlandese. Tra il 2006 e il 2009 vive inoltre a Edinburgo e Roma. Nel 2008 da vita, insieme a Massimiliano Galli (Rumori dal Fondo, e coarrangiatore di Children's corner) al progetto SignA, basato sull' idea di fondere insieme chitarre folk e ellettronica minimale. Hanno realizzato un album che vedra' la luce nel 2011, prodotto da MagmatiQ. Dal 2010 vive e lavora a Bruxelles, dove sono iniziate le prime registrazioni per un nuovo album.