Chitarrista, compositore, didatta.

Come Chitarrista:
Sorrentino si forma sotto la guida di Francesco Langone, Angelo Gilardino, Mario Dell’Ara, Leo Brouwer, Luigi Biscaldi, Maurizio Grandinetti, Mark White (Berklee College of Music). Nel 2010 consegue il Diploma Accademico Specialistico di II livello con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Novara con una tesi sull’Avanguardia storica italiana e il repertorio per chitarra.
Dopo essersi affermato in diversi concorsi, Sorrentino comincia prestissimo la sua carriera concertistica, tenendo concerti in qualità di solista e solista con orchestra per conto di prestigiose istituzioni musicali italiane ed europee (tra le quali l’Accademia Wilanow di Varsavia presso la Sala Biala, il Teatro Dal Verme di Milano, la Performance Room del Lussemburgo, Filharmonia Gorzowska Concert Hall, Cultura Animi Foundation, i concerti della Villa Reale a cura di Marcello Abbado, Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano). Nel 2012 si è esibito con la Gorzowska Philharmonic Orchestra interpretando in qualità di solista il Concertino di Alexandre Tansman per chitarra ed orchestra ed il celebre Concierto de Aranjuez di Joaquín Rodrigo (con la figlia del compositore, Cecilia Rodrigo, ospite speciale tra il pubblico).
Sorrentino ha inciso per Rai Trade, Vdm Records, Edizioni Carish, Curci Editore, Aton Records, Edizioni Sinfonica, e collabora con importanti compositori e musicisti quali Azio Corghi, Alda Caiello, Violeta Dinescu, Fabio Cifariello Ciardi, Maurizio Pisati.
Per Rai Trade ed Edizioni Curci ha curato la revisione e la diteggiatura delle pubblicazioni di nuovi brani per chitarra.
Ha tenuto le prime esecuzioni assolute di numerose nuove composizioni per chitarra, ed importanti compositori quali Violeta Dinescu, Carla Rebora, Ralf Bauer Morkens, Andrew McKenna Lee, Mark Delpriora (Manhattan School of Music and Juilliard) hanno composto opere dedicate a lui. Successo di pubblico e di critica per il suo cd solista A Day with the Guitar, pubblicato in allegato alla rivista Guitart ed ora disponibile anche su iTunes e Amazon.
La rivista Guitart gli ha dedicato un ampio articolo con intervista.
Oltre che da solista, Sorrentino si esibisce con diverse formazioni cameristiche, tra cui il duo voce recitante e chitarra con l’attore Federico Grassi ed il trio Sorrentino-Telandro-Sigurtà, formazione di musica sperimentale e di improvvisazione con il quale ha pubblicato il cd Immersus Emergo. Tiene inoltre concerti di composizioni originali per chitarra elettrica, chitarra battente e concerti di free improvisation (è del 2011 il disco Behind the Window, album di improvvisazioni per chitarra elettrica, chitarra preparata ed oggetti). Sarà pubblicato a breve, da parte dell’etichetta Silta Classics, un cd comprendente composizioni originali di vari autori contemporanei e il brano De Citharae Natura.

Come compositore è stato premiato nell’ambito della I Edizione del Concorso Internazionale di Composizione Chitarristica “Goffredo Petrassi” del Conservatorio Santa Cecilia di Roma, con il brano De Citharae Natura. Il brano, pubblicato dalle Edizioni Rugginenti, è stato inserito nei programmi di studio dello stesso Conservatorio.
Nel 2011, su commissione del II Festival Corde D’Autunno di Milano, Sorrentino compone lo Studio da concerto Mosaico per sei chitarre o multipli di sei. Il brano sarà pubblicato dalle Edizioni Sinfonica con cd allegato.
La sua composizione Impro-Interferenza sull’Inno Nazionale per chitarra elettrica e drone elettroacustico è stata selezionata nell’ambito del Concorso "150 variazioni sull'Inno d'Italia" (promosso dal Centro Musica Contemporanea) ed eseguita al Festival Cinque Giornate per la Nuova Musica di Milano.
Casa Ricordi e Universal hanno pubblicato una sua trascrizione del brano Tang Jok Him di Azio Corghi, con il titolo Tang Jok Guitar.

In qualità di musicologo ha redatto alcuni capitoli (tra gli altri, quelli riguardanti Berio, Brouwer, de Falla, Debussy, Llobet, Takemitsu, Ginastera, Bogdanovic, Petrassi, Boulez) del Manuale di Storia della Chitarra (edizioni Bèrben) ed ha pubblicato numerosi saggi ed articoli sul repertorio chitarristico del Novecento.
Ha redatto il capitolo sui compositori non chitarristi del volume Romolo Ferrari e la chitarra in Italia nella prima metà del Novecento (Mucchi Editore) Inoltre è attivo anche nel campo della ricerca etnomusicologica (Progetto di ricerca Leader II del Fondo Sociale Europeo).
Collabora con le riviste Il Fronimo e Guitart.
E’ laureato in Lingue, Arte e Spettacolo presso l’Università degli Studi di Salerno con una Tesi su Claude Debussy.