Compositore e sound designer prestato al rock, che non vuole ridarlo indietro.

Suono il pianoforte dall’età di 7 anni, faccio musica elettronica da quando ne ho 16, canto da sempre. Dopo aver studiato psicologia a Roma ho vissuto in Spagna per motivi sentimentali, sono stato in Inghilterra per motivi familiari e sono finito in Francia per motivi lavorativi. Dal 2001 ho aperto un piccolo studio di registrazione in cui faccio sound design e colonne sonore per videogiochi. Da allora pago le bollette così. Nella mia attività professionale ho prodotto musica di tutti i generi, rock, pop, elettronica, sinfonica, jazz, tutto. Ho una cosa in comune con Giuseppe Verdi, quando ho tentato di iscrivermi al corso di Composizione al Conservatorio non mi hanno voluto. L’ho preso come un segno benevolo del destino e ho continuato a lavorare, scrivere, fare musica, finché le bollette non sono diventate troppo pesanti e allora mi sono detto “Forse è giunto il momento che provi a diventare una rock star”.
Non sta andando troppo male, nel 2013 sono tra gli 8 vincitori di Musicultura con una mia canzone, Privè. Ho fatto anche un video, e sto lavorando al mio primo disco da solista.