Simone Olivieri dà alle stampe il suo primo, omonimo album nel Giugno 2011: chitarra acustica e un piccolo esercito di strumenti - pianoforte, organetti, celesta, mellotron, arpa da tavolo, violoncello, basso, batteria e cianfrusaglie varie – con l'aiuto di qualche amico e di un vecchio registratore a nastro. Una volta pubblicato il primo disco Simone comincia a suonarlo dal vivo prima da solo, poi ampliando la formazione con Paolo Testa (Lapingra, I Quartieri) a piano e harmonium, Daniele Gennaretti (Poppy's Portrait, Western Noise Orchestra) al basso, e Cesare Petulicchio (Bud Spencer Blues Explosion) alla batteria, con l'occasionale presenza di Paola Mirabella (Honeybird and the Birdies) ai cori e al flauto. Dopo essersi fatto ri-conoscere in questa nuova veste e con una stagione dal vivo alle spalle, nella quale divide il palco anche con Gionata Mirai (Il Teatro degli Orrori), Poppy's Portrait, C+C=Maxigross con Marco Fasolo (Jennifer Gentle), nel Settembre 2012 Simone Olivieri fa uscire l'EP La Mongolfiera Magica, che vede il passaggio alla lingua italiana. Nell'ottbre 2013 viene chiusa la prima fase inglese con la pubblicazione dell'EP My lungs are full of sand, che raccoglie alcuni pezzi del primo omonimo album riregistrati negli arrangiamenti delle versioni live. E' prevista per il 30 gennaio l'uscita di Apotheke, primo LP in italiano.