Band composta da due fratelli con una grande maestria nell'uso della chitarra.

Vincitori della categoria "Giovani" del Festival di Sanremo del 2008 con il brano "L'Amore", il duo veronese composto dai fratelli, Luca e Diego Fainello, conquistano subito i loro fans con il talento per la chitarra. Nel loro primo tour estivo la band propone in giro per l'Italia, oltre alle canzone contenute nell'album "Liberi da sempre", cover che vanno dal blues di B.B.King al rock di Bon Jovi per poi passare a brani dei Dire Straits dove il giovane Diego, appena 21 anni, esibisce la sua straordinaria padronanza nell'uso del "fingerpicking" tanto conosciuto negli assoli del magico Mark Knopfler.
Il 17 marzo 2009 esce in Sud America "Libres", la versione spagnola dell'album italiano "Liberi da sempre", già anticipato dal singolo "Besos Faciles", la cover spagnola di Love Show.
Il successo dei Sonohra continua e il 24 settembre 2009 sono a Londra per registrare il loro nuovo disco, "Metà" negli storici Abbey Road Studios, esperienza che si porteranno dentro per tutta la vita. Nel dicembre 2009 esce il primo singolo tratto da "Metà", "Seguimi o uccidimi", il videoclip verrà realizzato insieme ai fan nell' arena della loro città, Verona.
Il 2010 si apre con la partecipazione a Sanremo, questa volta nella categoria "Big" con la canzone "Baby", dai tratti pop-rock che non viene accolta dalla giuria demoscopica che li elimina alla seconda serata.
La sconfitta a Sanremo non ferma il duo veronese che, dopo il tour di Metà, viene scelto nel Novembre 2010 ad interpretare il brano "A Place For Us" di Carrie Underwood, come colonna sonora del film "Le cronache di Narnia: il viaggio del veliero".
Il 30 novembre 2010 viene pubblicato "A Place for Us", un EP contenente otto brani tra cui il singolo "There's a Place for Us" e altre sette canzoni tratte dai due precedenti cd, tradotte in lingua inglese e riarrangiate dagli stessi Luca e Diego.
Il 2012 è ricco di cambiamenti a cominciare dal loro manager Enrico Garnero (prima Roberto Tini) e nel maggio dello stesso anno esce il loro terzo album di inediti intitolato "La storia parte da qui" ricco di importantissime collaborazioni quali: Eugenio Finardi in " La storia parte da qui", Enrico Ruggieri in "L'Amante di Lady Chat" , i Secondhand Serenede in "Nuda fino all'eternità" e la straordinaria collaborazione di Hevia, musicista spagnolo suonatore di cornamusa, nel brano "Si chiama libertà". Il terzo album si presenta con più maturità rispetto ai precedenti, partendo dai temi che variano dalla politica alla violenza sui minori, dalla libertà all'utilizzo del web negli ultimi decenni, oltre a degli spezzoni strumentali che si incontrano durante l'ascolto, realizzati da Diego Fainello e Pietro Cuppone.
Dopo una pausa dall'ultimo tour, i Sonohra, cambiano etichetta discografica e passano dalla Sony Music alla Believe Digital, indipendente. Ricompaiono sulle scene il 4 aprile 2014 con il nuovo singolo “Il Viaggio”, scritto da Enrico Ruggeri ed eseguito insieme alla storica band italiana dei Modena City Ramblers. Il singolo darà il nome al loro ultimo lavoro masterizzato nei famosi Sterling Sound Studios di New York da Greg Calbi e Steve Ferrone.
L'ultimo disco rappresenta la piena maturità dei Sonohra: se nel primo cd si poteva intuire un talento grandioso ma ancora acerbo, che andava coltivato, nel corso degli anni il duo veronese è cresciuto fino a potersi permettere di andare oltre e spingersi nel mondo della sperimentazione di nuovi generi. "Il viaggio" si presenta proprio così: è sperimentazione di nuove sonorità che vanno dal folk, al rock fino all'universo britpop, è una sorta di sintesi del loro percorso musicale fino ad oggi.
Attualmente sono impegnati nella promozione del disco in tutta Italia.