I Sons of Babel nascono ufficialmente nel 2013 da un’idea del beatmaker Loopin...

I Sons of Babel nascono nel 2013 attorno al beatmaker Loopin alla Casa del Bao di Prevalle, la Stanza in cui in momenti diversi i componenti del gruppo si sono trovati a registrare.

Loopin lavorava già con Supa Kala e El Veterano nel progetto mai portato a termine Overseas Nation, aveva prodotto e registrato “Sogni fatti a mano” di Zorba (brano che finirà sulla compilation Made in Brescia 3) e un remix di Bert (This is bad).

Loopin comincia a farli conoscere e nascono le prime collaborazioni: nella traccia di Supa Kala “Back off” (su Champ du Bataille) al microfono per la prima volta si trovano El Veterano, Zorba e Supa Kala, mentre sull’album di Zorba Sogni fatti a mano compaiono in due brani diversi tutti i componenti che andranno a formare i Sons of Babel (My head is underwater e Fermarci è impossibile).

Sono le prime uscite di una collaborazione che porterà i 4 mcs e il produttore all’idea di un progetto unitario di rap multilingua che sia in grado di risultare credibile ed omogeneo.

Il nome che scelgono, Sons of Babel, sembra molto appropriato: come gli uomini che si trovano sotto la Torre di Babele crollata nella leggenda biblica, anche i 4 mcs parlano lingue diverse: italiano (Bert e Zorba), francese (El Veterano e Supa Kala), inglese (Supa Kala) e arabo (El Veterano).

Nel frattempo ampliano la loro esperienza live insieme: molti di loro fanno rap da più di 15 anni (El Veterano, Supa Kala e Zorba) e si esibiscono numerose volte tra le province di Brescia, Mantova e Bergamo.

Aprono a esponenti della scena rap come Acero Moretti, Mezzosangue, Assalti Frontali e Stokka e MadBuddy.

Il loro primo progetto è la realizzazione di un EP, o almeno è la loro prima intenzione. Cominciano a lavorarci nel Dicembre 2014 e ben presto l’EP si trasforma in un LP. Uscirà nell’Ottobre del 2016 e sarà intitolato The Mechanism.



Loopin
Loopin, classe 88, nasce e muove i primi passi nelle produzioni a Brescia.

Inizia nel 2006, in collaborazione con Kidd, realizzando svariati mash-up per poi iniziare a produrre, nel 2008, veri e propri beats per il gruppo OverSeasNation Crew composto da Supa Kalà, El Veterano, Simo e Kidd. Negli anni seguenti collabora con svariati artisti della scena locale e non; tra le più significative ci sono le collaborazioni con Dellino Farmer, Diesel Mc, Resho, Bert, Dvn (Belgio), Dito du Cartell (Inghilterra) e X (Germania). Attualmente lavora alla produzione dei nuovi dischi solisti di Zorba, Supa Kalà, Bert e El Veterano oltre all’essere il beatmaker ufficiale della SONS OF BABEL Family composta da Zorba, Bert, El Veterano, Supa Kalà e lo stesso Loopin.



Bert
Nato a Desenzano d/G (Brescia) nel 1990, Bert si appassiona all’Hip Hop all’età di circa 14 anni. Ascolta moltissimo rap italiano fino a che inizia anche a scrivere, attività che per lui rappresenta uno sfogo: dalla realtà, dalla vita quotidiana, da tutto ciò che lo circonda. Nel 2009 il suo primo palco, a Brescia, durante una Jam chiamata GrowUP. Quella, assieme ad altre sparse per la provincia lo porteranno a conoscere una serie di Mc’s della zona con cui produrrà dei featuring. Nel 2012 esce con le “Cronache di un’epoca prossima alla fine“, un lavoro di 10 tracce. L’anno successivo conosce Loopin che, dopo aver lavorato insieme a “This is bad“, gli presenterà Zorba, Supa Kala e El Veterano. Insieme formeranno i SONS OF BABEL. Italiano, inglese, francese e arabo mescolati sugli stessi beats, tra testi politici e non.



El Veterano
El Veterano nasce nel 1980 a Parigi. E’ uno dei primi mcs della scena tunisina. Il 1997 fa il suo debutto con il suo primo gruppo, Mascott. In seguito fa molte collaborazioni con altri gruppi: Shab, El Mic Crew, Dateacher , ecc. Nel 2003 torna in italia e scopre la scena hip hop italiana e decide di proseguire.Rappa in tre lingue: arabo, francese e italiano. Uno stile hardcore dall’impronta prevalentemente francese, nei suoi testi descrive la sua vita, la strada e i problemi della società. Un veterano di guerra mai in congedo.



Supa Kala
Supa Kala è nato in Costa d’Avorio ma è cresciuto tra Francia ed Inghilterra, dove la madre immigrò all’inizio degli anni ’90. Supa Kala a.k.a. S.Kay, FK o Frenchy come lo chiamano gli amici londinesi vive in Italia dal 2005 e parla 3 lingue: francese, la sua lingua madre, inglese e italiano. Un vero guerriero musicale che porta le sue origini west africane nell’Hip-Hop attraverso una sorprendente umanità e un modo unico di mescolare le diverse lingue…
Molte le sue collaborazioni, tra cui le partecipazioni con Mc Ty per l’album Awkward, Bassi Maestro per l’album Classe 73 e con Dj Pitch per progetti in corso.

E’ dal 2006 che Supa Kala lavora solo; B.A.R.C., il suo primo progetto, si compone di 12 tracce prodotte in collaborazione con Dee Pee Productions.



Zorba
Zorba, classe 1983, fa rap a Brescia dal 1999, dal 2001 con la crew BCK. Con il gruppo Oceano delle Tempeste (Neko, Zorba e 2funk) ha pubblicato nel 2001 “Schiena vs Schiena“. Da solista gli album “Musiche da Atlantide” (2005), “Prima legge di Murphy” (2007), Sogni fatti a mano (2015) e “Io dissento (Storia di un impiegato)” (2009) con lo pseudonimo di na1ke. Partecipa ai primi 4 volumi della compilation di hip hop bresciano Made in Brescia. Ha collaborato con Doc in “Non è stato un incidente” e “Facce” e con Tau nel mixtape “easytribe.com“. Nel 2013 incontra Loopin e conosce Supa Kala, El Veterano e Bert, dal quale nasce il progetto SONS OF BABEL. I suoi testi si sono evoluti dall’idiozia più spinta e ricercata (L’ignoranza che avanza, Bad boys) a temi sempre più seri e politici, una sorta di Rap d’attivismo.