Il gruppo si forma nel 2007 e, dopo varie line up, arriva alla formazione attuale con l'intento di dare vita ad un progetto new rock capace di amalgamare le rispettive influenze dei componenti della band (che spaziano dal punk, passando per il metal, arrivando al grunge di inizio anni '90).
La band inizia subito a lavorare a nuovi pezzi propri, tra i quali quelli inclusi in un primo demo inciso nel 2008, e si dedica costantemente all’attività live.
Prende così corpo una miscela di sonorità variegate che confluiscono nella potenza delle chitarre supportate da una sezione ritmica decisa, come è evidente nei pezzi del nuovo promo, self titled, completamente autoprodotto nel febbraio del 2009 - dapprima sotto la guida di Fabio Intraina (Tray Studio) e poi di Icio e Peo (Hate Studio).
La pubblicazione di questo lavoro segna un importante passo avanti sia dal punto di vista compositivo che da quello professionale, proiettando il gruppo in una nuova dimensione mentale.
Il 2009 è un anno molto impegnativo per l’intensa attività live e per il continuo lavoro in sala prove che porta la band ad un nuovo livello artistico, più personale e ricco. Il 2010 prosegue nella stessa direzione e a luglio il gruppo intraprende il primo tour in Germania.
Dopo due anni di concerti, i Soundtrack of a summer si sono presi del tempo per concentrarsi sulle loro canzoni, con la volontà di spingerle ad un livello superiore.
Tra maggio e giugno 2011 hanno registrato, con l'aiuto di Ettore Gilardoni, il loro primo full-lenght per l'etichetta milanese Rocketman Records, con la quale hanno intrapreso un percorso di collaborazione.
L'album, uscito nel 2012, è disponibile nei negozi di dischi e nei maggiori store online.