Gli Stand Back From The Yellow Line nascono nel giugno 2010 a Gualdo Tadino (PG) dalle ceneri di una precedente formazione e sin da subito oltre ad allestire un bel repertorio di cover e ad esibirsi in diverse date nel proprio paese, cominciano a lavorare su brani inediti, classificabili nel genere rock-post grunge. La peculiarità della band è quella di sfruttare tutte e 4 le voci, cercando di creare un mix tra voce principale e cori, che unito agli arrangiamenti creati dai 4 ragazzi gualdesi, possa affascinare l'orecchio che ascolta.

Nei live set oltre agli inediti presentano cover degli artisti a cui si ispirano: Foo Fighters, Queens Of The Stone Age, Eagles Of Death Metal ed altri.

Nel giugno 2011 la band pubblica il primo demo autoprodotto e omonimo, registrato 'in casa' e non di troppe pretese, ma che servirà comunque per farsi conoscere fuori dal proprio paese.
Nel 2012 vince il Brain's Rock Contest del Rose'n Bowl di San Marino, il Pontest di Perugia e si classifica 2° allo Sbrock di Osimo.
Ad ottobre 2012 gli SBFYL entrano in studio di registrazione, all'Osthello Music di Perugia per registrare il loro primo ep in studio, IBEX, che dopo mesi di lavoro uscirà nel luglio 2013. Con IBEX la band vuole riproporre fedelmente la stessa forza d'impatto che riesce a dare ai propri brani nei live set, e più che altro spera di riuscire anche grazie a questo ep a fare il salto di qualità.