Stricnina Cocktail, ingredienti: un pizzico della tossicità, della violenza distruttiva di un veleno e una manciata della piacevolezza, dell’ebbrezza di un cocktail assaporato ad una festa, insieme agli amici, tra mille chiacchiere e altrettante danze. Questa è la miscela che gli Stricnina Cocktail di Carmignano di Brenta (PD), sorti dalle ceneri dei Senso Unico, offrono sul palco. Un alternative rock viscerale, con venature grunge ed indie, ma che non disdegna la melodia; un mix letale, diretto come un pugno allo stomaco, ma che sa essere anche morbido come una carezza. Nicola al basso, Silvio alla batteria, Roberto B. alla chitarra e Roberto P. voce, compongono brani senza troppi fronzoli, che vogliono arrivare subito al sodo. La scelta dell’italiano è volta in questa direzione a far giungere il messaggio dei testi in maniera più immediata all’ascoltatore. Assaggiare per credere.