"Fraseggi aggraziati e violente fughe di riff, strumentazione vintage e strutture melodiche che guardano al futuro.

Gli STRIPPOP nascono nel 1999 in un piccolo pub tirolese della periferia di Imola. Ispirati da noia, da energia creativa e da una passione per la musica i loro punti di riferimento sono Radiohead, Nirvana, Deus, Motorpsycho e tutto quello che concerne la scena Brit Pop anni 90.Nel giugno '99 pubblicano il loro primo promo-CD dal titolo "La Comuna Ep" che mette in luce la validità della musica proposta dalla band. Si susseguono diversi live-show in giro per l'Italia ed esce finalmente nel maggio del 2005 il disco "Factory", ispirato dal celebre Studio di Andy Warhol's. Il singolo "Boy down" viene inserito nella compilation del magazine Rock sound di giugno seguito da un'ampia intervista nel mese di luglio. Il 2005 prosegue con un'intensa attività live; show case nei maggiori punti vendita italiani e l'apertura al Bianco Sporco Tour dei Marlene Kuntz. Nel 2006 la rivista RockStar nomina la band come gruppo rivelazione italiano assieme ai Negramaro. Tra il 2006 ed il 2007 gli STRIPPOP si esibiscono per il Jack Daniels Live Tour e promuovono la band nel web ottenendo una più ampia visibilità aggiudicandosi anche il Nokia for Music Contest. In Rete le loro canzoni sono trasmesse da radio Americane e Giapponesi e il gruppo compare tra le top ten di varie classifiche americane. I fan aumentano ed in Oklahoma nasce il primo fanclub. Il 2008 vede gli STRIPPOP partecipare a SCALO 76 tra le 12 band emergenti scelte da RAI 2 e nell'estate i quattro di Imola si esibiscono nelle piazze di Rieti per SAVE THE CHILDREN e di L'Aquila nell'ambito della 714^ Perdonanza celestiniana in apertura ai Marlene Kuntz. "Fraseggi aggraziati e violente fughe di riff, strumentazione vintage e strutture melodiche che guardano al futuro. Ricordano per certi versi i Radio Head di"Ok Computer", ma anche The Notwist, qualcosa dei Blur, una punta di Deus.....ma sono semplicemente Strippop da Imola."