Francesco Sparapano è nato il 27/10/1960 a Lecce e Antonio Sparapano nato a Lecce il 3/4/1958
Dopo i primi anni ’70 dedicati allo studio della musica i due musicisti fondano il primo studio di registrazione nella loro città.
In quegli anni trascorsi in studio vengono a contatto e maturano esperienze con ogni tipo di musica dal folk al rock sviluppando la loro crescita come autori e musicisti.
Antonio Sparapano come autore nel 1990 e 1991 vince il concorso Arte-Mare a Riposto in Sicilia con una giuria presieduta da Franco Battiato con i brani "Un vecchio davanti al mare" e "Il cielo sopra il mare" interpretati da Gianluca Attanasio.
I due musicisti compiono le loro più significative ascensioni sonore con la nascita del gruppo Tiro a volo che pubblica un singolo edito dalla Polygram dal titolo "Celestina" con un Tour in varie città italiane.In questo singolo la parte ritmica viene affidata ad Agostino Marangolo, già batterista di Pino Daniele con cui aveva suonato nel capolavoro della discografia italiana "Nero a meta'".
In seguito nel 1993 la band torna in studio di registrazione e pubblica l'album dal titolo "Dimbailò" in cui si nota per la prima volta una ricerca musicale che riporta alle tradizioni della loro terra in un contesto di brani realword. Nel 1994 Francesco Messina (collaborazioni eccellenti con Alice, Franco Battiato, Giusto Pio, Alberto Radius ed altri) noto produttore italiano, si appassiona alla musica del gruppo e la band vola a Milano per realizzare le registrazioni dei brani del loro album nello studio "Stonehenge" con tecnico del suono Pinaxa Pino Pischetola.
Album che per sfortunate vicissitudini con la Casa discografica Sony non ebbe mai luce.
Nonostante questo la collaborazione con Francesco Messina continua e infatti nel 1995 un brano di loro composizione "Il silenzio delle abitudini" viene interpretato da Alice nell'album "Charade". Dopo questo momento magico per la loro carriera nel 1996 sia Franco che Antonio escono dal gruppo e prendono strade diverse lasciando la musica.
Franco avendo esperienze come tecnico del suono comincia a lavorare nell'ambito televisivo, radiofonico e service live,. Antonio cade in una profonda crisi ma continua a scrivere testi e si cimenta nella stesura di un libro a sfondo musicale dal titolo"Una semplice storia d'amore e musica".
Nel 2013 scatta un qualcosa di magico che riporta i due musicisti a ritrovarsi su quella "strada" che avevano abbandonato quasi vent'anni prima e nasce la nuova (si fa per dire) band Temposognato che si avvale della collaborazione di due giovani musicisti (figli di Antonio e Franco) Gabriele Bruce e Marco. Nasce un nuovo lavoro dal titolo "Ritorno al viaggio". Un titolo evocativo che disegna perfettamente il loro ritorno sulla "strada" della loro musica.