Nato nel 2013, il progetto unisce l’esperienza nel campo della musica elettronica e della composizione di soundtrack di Marco Germini alle radici jazz e cantautorali di Alba Nacinovich fino a formare un “electro-shocked pop”, come lo definisce la band, portato dal vivo con la tecnica del live looping e l’ausilio di strumenzazione acustica ed elettronica (come il sintetizzatore modulare, la drum machine, le percussioni, l’harmonizer).
“Il nome del gruppo nasce mutuando il titolo di uno dei primi brani composti insieme, incarnava alla perfezione quel desiderio feroce (prendendo in prestito una definizione di Keith Jarrett) che a parer nostro è la musica, in cui tecnica e conoscenza sono sì necessari, ma a guidarli resta sempre l'istinto e la sua imprevedibilità. Scoprire poi che The Hunting Dogs è anche una costellazione, formata da due cani da caccia, era un segno che non potevamo ignorare.”