Gruppo Alternative Folk Rock

milanese che racchiude al suo interno tutte le contraddizioni di background musicali completamente diversi tra cui vanno citati: John Mayer, Mumford & Sons, Ben Harper, Amos Lee, Father John Misty, Pearl Jam, Ryan Adams, Paul Simon.
Alla fine del 2014, a due anni dalla fondazione, la band si rende conto di aver dato un’anima ben definita al gruppo, una fortuna che nessuno dei componenti aveva avuto nelle passate esperienze musicali. Era giunto il momento di condividere questa anima con il mondo esterno.
Nel febbraio 2015 il trio entra presso il T.Rex studio di Milano per registrare il primo lavoro.
L’idea era chiara: rispecchiare al 100% lo stile e la tecnica usata durante i live; ricreare un suono minimale con pochi strumenti e pochi multi-traccia utilizzando la custodia rigida della chitarra come percussione.

L’EP ottiene recensioni su See Sound, Loud Vision, Music Coast To Coast, Menti in Fuga e Buscadero.
Nel corso del 2016 la rivista newyorkese “Relix Magazine” inserisce la traccia “Facing a Loaded Gun” nella sua playlist di artisti emergenti da tenere sott’occhio mentre la band accede alla finale del Tour Music Fest 2016 aggiudicandosi il premio Velvet Mag.

Nel Settembre 2016, il gruppo si ritrova con una trentina di tracce fra cui scegliere e la volontà di andare ben oltre al sound del precedente lavoro. In questa ottica vengono chiamati Alberto Turra, estroso chitarrista jazz/arrangiatore del panorama italiano e Daniele Capuzzi, giovane e poliedrico batterista. Con il primo inizia un intenso e minuzioso processo di selezione dei brani e del loro arrangiamento. Il secondo invece consente alla band di sviluppare metriche e sound in direzioni che prima erano precluse.

A Febbraio 2017 i The Ghibertins entrano presso il MOB Sound Studio con obiettivi completamente diversi.
Anzi tutto la volontà di divertirsi e di sperimentare andando a “strizzare l’occhio” a diversi generi musicali senza rinunciare al proprio “Io”. Con questo presupposto viene introdotta definitivamente la batteria, la chitarra elettrica e una serie di nuovi strumenti come Rhodes, ottoni e synth.

Il risultato è "The Less I Know The Better" primo full lenght album della band che viene preceduto dal primo singolo Breathe For Me il 26 Maggio 2017.