1984 (è) (o è stata) (o sarà) una one-man-band. Il progetto inizia nel 2005 per evitare il trabocco dei pezzi dalla memoria. Chiuso in camera da letto, inizia una febbrile attività di registrazione. Attinge a piene mani dall'esperienza psichedelica degli anni 60, senza dimenticare la lezione dei cantautori folk americani e le armonie tipiche del pop inglese. "Ritorno a casa in un pomeriggio estivo" del 2005 è il risultato di queste prime sperimentazioni: una raccolta di brani primordiali principalmente acustici. Le registrazioni riprendono a fine anno e proseguono per tutto il 2006. Il 2007 vede la luce "Matite spuntate" su Muertepop Records, caratterizzato da suoni più acidi e una maggiore enfasi sulla voce rispetto al precedente. Dopo un lungo riposo lontano da apparecchiature elettroniche, a fine 2008 nasce "No cookies for breakfast" su Trastienda, che rinsalda una vecchia amicizia come collaborazione ai testi. Nel 2010, grazie all'incontro con Maltese, cantautore torinese, ha termine il confino sul web e ha inizio un'attività live dal suono scarno, in completa antitesi rispetto a quanto prodotto in studio, con la voce accompagnata dalla sola chitarra e da spruzzi di piano. Tutti gli album sono scaricabili gratuitamente su licenza Creative Commons (by/nc/sa) seguendo i link @myspace