La catena di eventi che ha portato un gruppetto di ragazzi isolani a strappare un contratto discografico e quindi a pubblicare un disco è abbastanza lunga e intricata. Andiamo con ordine. Compagni di classe al liceo, i Thisorder hanno iniziato a far la conoscenza dei loro strumenti sull'onda dell'entusiasmo e della ribellione tutta anni '90 del grunge dei Nirvana e dei Pearl Jam, ritrovandosi nelle peggiori cantine e con i peggiori strumenti a torturare i timpani del malcapitato vicinato. L'isola non è propriamente la patria della sperimentazione o dell'innovazione musicale ("sciolgo le trecce ai cavalli" vi dice qualcosa??)... I ragazzi che ascoltano o che praticano l'oscura e diabolica arte del rock, ai tempi venivano quasi visti come degli appestati o più semplicemente degli "sfigati" da cui rifuggire per mantenere immacolato il proprio status. Anche i Thisorder hanno assaggiato l'ostilità di questo ambiente e per questo forse neanche loro credevano di arrivare fin qui, ognuno di loro impegnato a tirarsi su un "piano B", un lavoro "serio", anche fuori dall'isola. Poi un giorno, quasi per caso, i pezzi del puzzle hanno iniziato a comporsi. C'era il luogo adatto e la volontà di far coincidere i pochi ritagli di tempo. Si sono detti: ma perchè non proviamo a registrare tutto il materiale che abbiamo accumulato in questi anni?? Così, a tempo perso..vediamo cosa riusciamo a tirare fuori! E così hanno fatto, in casa, con mezzi risicatissimi ma con dedizione e voglia di sperimentare, di fuggire quanto più lontano possibile dalle sonorità rock italiche dei vari Ligabue. Lo sforzo ha prodotto una demo datata inizio 2008 con soli 4 pezzi e dopo poco un'altra con 6 pezzi, più matura e musicalmente strutturata. E' qui che i Thisorder iniziano a farsi notare al di fuori delle 18 miglia di mare. Un paio di ottime recensioni della demo, tra cui quella di un noto talent scout (Fabrizio Galassi per Kataweb), fanno giungere la demo sul tavolo della New Model Label di Govind Khurana, etichetta indipendente di ottime prospettive, che li convoca a Ferrara per discutere un po' di persona cosa si potesse fare del progetto Thisorder. E questa volta, dopo un paio di approcci davvero deludenti con altre etichette, finalmente i Thisorder firmano il loro primo contratto di publishing! Ne è il frutto "Inner Island", l'album di debutto dei ragazzi, nei negozi dal 27 maggio di quest'anno. Album partorito principalmente durante l'estate 2009, estate trascorsa a Roma a casa del bassista, impalati davanti al monitor del computer a registrare e mixare, con l'incubo del mare di Ostia a due passi. Non contenti ed iperattivi i giovanotti hanno provveduto anche a sceneggiare e realizzare il video del primo singolo del disco, "Unus", pulp-story veloce ed adrenalinica, avvalendosi delle capacità dell'amico e regista Marco Bizzarro, nonché della partecipazione di centinaia di amici e amiche in qualità di comparse. Il tutto al fine di poter orgogliosamente realizzare un ottimo prodotto completamente "Made in Ischia". Ad oggi le recensioni dei siti e delle riviste specializzate oscillano tra il molto buono e il quasi devoto: "entusiasmante", "debutto di livello internazionale", "da far invidia alle produzioni top d'oltre oceano", "gli isolani lo fanno meglio", "un album che si farà ricordare", "i quattro ragazzi di Ischia sembrano sapere dove mettere le mani"...e questi sono solo alcuni dei commenti al disco! In seguito all'uscita di Thomas Manna (batteria), con cui la band si è fatta le ossa e ha realizzato "Inner Island", i Thisorder sono oggi Emanuele Rontino (voce),Domenico Muscariello (basso),Marco Albanelli (chitarra),Marco Calise (batteria). Recentemente, a Villadose (Rovigo) i nostri hanno vinto il Premio Finalisti di Voci per la Libertà 2010-Amnesty International con il brano "Late Empire", ispirato alle crude e note immagini dell'assassinio della giovane Neda Agha Soltan durante le proteste seguite ai brogli elettorali nelle elezioni iraniane dello scorso anno. Il 24 agosto la band sarà ospite di "RElive",programma di musica emergente di Repubblica TV. Lo stesso giorno si esibirà nella fase finale del festival "Rock in Progress 2010" a Latina. Il 31 agosto inoltre la band si esibirà ad Ischia nell'ambito di "Ischia Rock", la tre giorni di musica rock-alternative che aprirà Ischia Jazz 2010. Chissà cosa verrà poi!!

Ultimi articoli su Thisorder