In origine era il gAs, gabinetto di Alchimia sonora. Non una formazione stabile ma un insieme di musicisti e un parco strumenti diversi ogni sera, che due-tre volte a settimana si lanciava in selvagge improvvisazioni elettroniche per difendersi dai rigori dell’inverno 2014. Mese dopo mese gli incontri si infittivano ma gli officianti diventavano sempre meno. Il TIR ha preso forma in questo modo, all’interno della sala prove-tempio dove si consumavano i riti del gAs. Per inciso, quello spazio è il quartier generale di Ribéss Records.
In quello spazio il TIR ha composto, registrato e testato i suoi primi lavori: l’installazione sonora Richiami (2014), l’ep omonimo con la partecipazione di Andrea de Nittis (2015), la cover di Licantropia di Giuseppe Righini per il superprogetto decennale dell’etichetta (Dieci piccoli indie anni, 2015), la colonna sonora del cortometraggio A cena con gli avi di Luca Berardi (2017), definendo via via il proprio suono paleo-antropotronico. Nel frattempo, ha condensato il suo primo disco full-length, Clima, uscito in digitale nell’aprile 2017, uscita fisica novembre 2017