Un cantautorato oscuro con forti influenze new wave, che non fa complimenti a grandi arrangiamenti, ma predilige composizioni scarne e minimali

Tommaso Tanzini nasce a Pisa il 24 Settembre 1986.
La sua prima formazione musicale è classica. Inizia a suonare la chitarra da autodidatta, per poi specializzarsi all’Accademia musicale Lizard di Fiesole. È in questo periodo che, insieme a Francesco Motta e Simone Bettin, fonda i Criminal Jokers, band che riflette le influenze musicali dei Violent Femmes, Velvet Underground e Pixies.
Lasciata l’accademia dopo due anni, Tanzini lascia anche il gruppo per dedicarsi esclusivamente a un suo progetto personale. Anni dopo inizia a collaborare con l’orchestra afrobeat Sonalastrana, con cui pubblica Community nel 2013.
Complice la sua variegata cultura dei generi musicali, lavora come Dj nella sua città natale e dintorni labronici.
La sua formazione così eclettica lo porta a spaziare anche nella sua ricerca personale, che si lascia influenzare dal lavoro di Nick Drake, David Byrne, Lou Reed e David Bowie, suoi indiscutibili modelli di riferimento.
Piena è il suo primo disco. Punto di arrivo e di partenza che riassume gli anni passati e le aspirazioni future.